Warsaw 6.1 ºC
1 EUR = 4.76 PLN
Contattaci
Albero di natale decorato, dietro la Basilica di Santa Maria a Cracovia

Quest’anno purtroppo i mercatini di Natale in Polonia sono stati cancellati ma noi non ci abbattiamo! Se non possiamo visitare i mercatini allora creiamone uno in propria casa! E come fare? Semplicissimo! Coccolandosi con sapori e profumi tipici per questi eventi. Appositamente per voi abbiamo pubblicato le ricette per il vin brulé, vino speziato che riscalda l’animo, e per i biscotti di pan di zenzero che non possono mancare durante un Natale polacco!

Decorazione dei biscotti di pan di zenzero

E quando sarete pronti, muniti di una fumante tazza di vino e una bella scorta di biscotti profumosi, mettetevi comodi e continuate a leggere per scoprire altre tradizioni natalizie polacche!

UNA VOLTA...

Secoli fa in Polonia i riti di passaggio e della fine dell’anno erano legati all’attesa del “nuovo”. In quel periodo si cercava infatti di prevedere il futuro e di ottenere il favore delle divinità.

Durante la serata del solstizio invernale ci si scambiavano doni, si facevano gli auguri e si cenava abbondantemente come auspicio per garantire la prosperità durante l’anno a venire.

Dopo il 966, l’anno in cui il primo sovrano polacco fu battezzato e la Polonia divenne così un Paese cristiano, la maggior parte delle festività cristiane continuò a coincidere con le date e i riti tradizionali. Come ai tempi pagani si festeggiava più intensamente tra Natale ed Epifania. L’abbondanza del cenone della vigilia compensava il digiuno e garantiva la prosperità per tutto l’anno. Nel periodo natalizio era vietato fare prestiti, litigare e azzuffarsi. Si prediceva il futuro dalla direzione del vapore che usciva dalla bocca e dalla fortuna nel gioco a dadi. Il cibo veniva condiviso con gli ospiti dell’aldilà. E nell’angolo della stanza doveva trovarsi un fascio di fieno.

Dopo il cenone arrivavano i cantori di Natale i cui maschere animalesche e i balli risalivano ai tempi pagani. Siccome portavano la fertilità e la rinascita, l’usanza rimaneva ben salda.

Nei tempi moderni l’inizio dell’avvento fu stabilito per il giorno di san Martino. L’avvento era un periodo di digiuno e riflessione, con delle brevi pause per la festa di Santa Caterina e quella di Sant'Andrea, considerati patroni del matrimonio.

NATALE OGGI

Con l’arrivo del Natale, nelle case polacche compaiono feste, visite familiari e regali. Il fascio nell'angolo della stanza viene costituito con del fieno sotto alla tovaglia bianca. Durante la serata della vigilia aspettiamo che sul cielo compaia la prima stella e poi condividiamo pezzetti di ostia facendoci gli auguri.

Ostia sul fieno

Sulla tavola le pietanze devono essere rigorosamente 12, come i 12 apostoli. Per garantirsi la prosperità per il nuovo anno bisogna assaggiare un po’ di tutto! Tra i piatti tradizionali troviamo per esempio la zuppa di barbabietole con raviolini ripieni di funghi, la zuppa di funghi porcini, pierogi con crauti e funghi, la carpa, le aringhe. Tra i dolci regna makowiec, la torta di semi di papavero che simboleggiano soldi (come le lenticchie) e piernik, il pan di zenzero.

Tavolata natalizia, persone che si passano un piatto

Per sapere di più sui piatti natalizi polacchi leggi Piatti tipici della Vigilia di Natale in Polonia.

Dopo la cena si cantano i canti natalizi e poi si va in chiesa per partecipare alla messa di mezzanotte.

Una ragazza sorridente al mercatino di Natale

EVENTI

Nel mese di dicembre vengono organizzati anche numerosi eventi che rendono il periodo natalizio ancora più piacevole! Per ovvie ragioni molti di loro nel 2020 sono stati cancellati ma prendetene nota per l’anno prossimo!

  • Mercatini di Natale, tra i più belli in Europa! Tanto è vero che il Mercatino di Danzica si è classificato al terzo posto dell’European Best Destinations 2020.
  • Il Festival Internazionale della Scultura in Ghiaccio a Poznań che si svolge normalmente agli inizi di dicembre. È uno degli appuntamenti più attesi dell’anno!
  • Il Giardino Reale delle Luci a Wilanów, una mostra temporanea en plein air allestita nei giardini del Palazzo di Wilanów a Varsavia (attivo anche in questa stagione, dal 10 ottobre al 2020 al 28 febbraio 2021).
  • Il Giardino delle Luci al Castello Książ con spettacolari decorazioni luminose che rendono ancor più affascinante la già straordinaria architettura del castello (attivo anche in questa stagione dal 31 ottobre 2020 al 21 marzo 2021).
  • Il concorso di presepi cracoviani (patrimonio UNESCO!) che vengono costruiti artigianalmente utilizzando legno e carta stagnola e sono caratterizzati dalle miniature dei monumenti storici della città di Cracovia e dei personaggi di Betlemme. Si svolge ogni anno il primo giovedì del mese di dicembre.

Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter