1 EUR = 4.35 PLN

La regione Malopolska è situata nella parte meridionale della Polonia – tra le regioni Slaskie, Swietokrzyskie e Podkarpackie. Al sud confina con la Repubblica Slovacca.

Cracovia è la vecchia capitale della Polonia nonché sede dell’antica monarchia. La città pullula di storia e cultura. I turisti sono attratti soprattutto dal Wawel - il castello dove risiedevano i regnanti - e dalla Cattedrale.

Il vecchio quartiere ebraico di Kazimierz ricorda la parigina Mont - Martre mentre la moderna zona di Nowa Huta – risalente al periodo comunista – riporta alla memoria alcuni dei luoghi descritti nei libri di Orwell.

Questa è inoltre la regione natale di Papa Giovanni Paolo II. La sua Wadowice viene visitata annualmente da migliaia di turisti che non si lasciano sfuggire la pasticceria dove vengono prodotte le celebri “kremowki”, dolci di cui il Pontefice era particolarmente ghiotto.

La natura presente a Malopolska è molto varia. Al sud troviamo i monti Tatra, che nella forma ricordano le Alpi, I Beschidi si presentano come meno alti e ricoperti di foreste, i Pieniny attirano l’attenzione per le rocce presenti e per il fiume Dunajec che si può attraversare con apposite zattere. Numerose sono poi le grotte di origine giurassica dell’altopiano Krakowsko-Czestochowskie.

Il clima qui presente nonché l’abbondante presenza di acque minerali favoriscono la guarigione di diverse malattie. Molto utilizzate a scopo terapeutico sono anche le miniere di Wieliczka e di Bochnia.
Wieliczka insieme al Museo di Auschwitz dove hanno perso la vita milioni di persone durante la II Guerra Mondiale si è ritrovata a far parte della lista del Patrimonio Unesco.

La regione è particolarmente sensibile alle tradizioni. Durante le Festività Pasquali a Kalwaria Zebrzydowska vengono organizzate numerose processioni mentre a Natale un po’ ovunque si possono incontrare i “koledniki” – cantanti di pastorali. Nel mese di dicembre viene organizzato un concorso dedicato ai presepi di Cracovia.


Mete indimenticabili della regione Malopolska

Oggetti UNESCO

 

1 - Il centro storico di Cracovia

Questa città con grande spessore storico, antiche mura e numerosi musei, fu residenza dei re polacchi e centro di diffusione culturale in tutto il Paese. Qui si trovano: il Castello di Wawel, sede e luogo d’incoronazione dei re polacchi; la Chiesa di Santa Maria (Kosciol Mariacki) con l’altare in legno, opera di Wit Stwosz di Norimberga; la Piazza del Mercato (Rynek Glowny), la più grande in Europa; il quartiere ebraico Kazimierz, anticamente città ebraica; l’Università Jagiellonica, la più antica in Polonia, che comprende il famoso Collegium Maius.

La Città Vecchia di Cracovia ha conservato intatto l’impianto urbanistico medievale, anticamente cinto da mura, al cui posto oggi sorge un parco dalla forma originale, chiamato Planty.

Delle antiche fortificazioni sono sopravvissuti soltanto alcuni frammenti della Porta Florianska, alcuni bastioni e l’imponente Barbacane. Il vero salotto di Cracovia è la Piazza del Mercato, della superficie di 4 ettari, ornata dalle Sukiennice (Mercato dei Panni), dalla Chiesa di Santa Maria (Kosciol Mariacki), dalla piccola chiesa di San Wojciech, dalla Torre del Municipio, e circondata da antichi palazzi, ognuno con una distinta genealogia.

Nelle strade che partono dalla Piazza del Mercato e che si trovano intorno al Rynek, è concentrata tutta l’importanza della città e l’irripetibile atmosfera che in essa si respira. E’ qui che sorgono preziosi monumenti architettonici – santuari, abbazie,palazzi, edifici universitari. Sempre in questa zona si trovano diversi musei che conservano reperti di grande valore artistico. Nei 36 musei di Cracovia si trovano circa 2 milioni di oggetti, ossia un quarto di tutto il patrimonio museale del Paese.

La Collina di Wawel è per la Polonia un luogo particolare, simbolo del glorioso passato e dell’antica potenza della Repubblica. Il maggior interesse è destato dal Castello Reale, in stile rinascimentale, costruito agli inizi del XVI secolo, che contiene ricche collezioni d’Arte. Tra gli oggetti più importanti sono considerati i 138 arazzi rinascimentali, realizzati nei laboratori tessili di Bruxelles

L’incantevole Cracovia è visitata ogni anno da milioni di turisti che non solo ammirano la città e i suoi monumenti, partecipando alle diverse manifestazioni culturali, ma ne apprezzano le numerose attrattive , l’alto standard degli hotel, dei ristoranti, dei caffè e dei pub che si incontrano ad ogni passo.

Małopolskie_540.jpg

Luoghi interessanti situati nei dintorni

Kraków

• it

www.krakow.pl
tel. +4812 432 01 10

Niepołomice

www.zamekkrolewski.com.pl

tel. +4812 281 32 32

Ojców

www.opn.pan.krakow.pl

tel. +4812 389 10 39

Pieskowa Skała

www.wawel.krakow.pl/pieskowa.htm

tel. +4812 389 60 04

Tyniec

http://tyniec.benedyktyni.pl

tel. +4812 267 55 26

A Cracovia meritano attenzione:

Wawel

www.wawel.krakow.pl

tel. +4812 422 51 55

Museo Nazionale

www.muzeum.krakow.pl

tel. +4812 295 55 00

Il Teatro Vecchio  (Stary Teatr)

www.stary-teatr.krakow.pl

tel. +4812 422 85 66

Opera Cracoviana

www.opera.krakow.pl

tel. +4812 421 16 30

La Filarmonica di Cracovia

www.filharmonia.krakow.pl

tel. +4812 422 94 77

Centro di Cultura Ebraica

www.judaica.pl

tel. +4812 430 64 49

2 - La Miniera di Sale di Wieliczka

Uno dei più antichi giacimenti minerari d’Europa, risalente al XIII secolo, nel corso dei secoli fu fonte di ricchezza per l’intero Paese; attualmente rappresenta uno dei più conosciuti e più visitati oggetti turistici. Nel corso dei 700 anni di sfruttamento della miniera di sale, sono stati scavati circa 300 km di cunicoli e duemila vani, fino alla profondità di 327 metri. La parte visitabile comprende un percorso turistico di 3,5 km, che passa attraverso oltre 20 “stanze” e cappelle.

Le cappelle splendidamente ornate, i suggestivi laghi sotterranei, le tracce conservate del lavoro dei minatori, offrono un’immagine completa del funzionamento di questa miniera attraverso i secoli.

I minatori di Wieliczka hanno lasciato numerose testimonianze del loro talento artistico con statue scolpite nel salgemma. Nei sotterranei della Miniera  di Sale vengono organizzate conferenze, banchetti, matrimoni, balli di Capodanno, manifestazioni sportive. Qui, dove si esibisce l’Orchestra dei Minatori e vengono allestite mostre di statue di sale, si trova persino un Centro Benessere sotterraneo, unico nel suo genere.

Oltre all’itinerario turistico di Wieliczka, è molto interessante il Museo delle Saline di Cracovia, Una parte della collezione è presentata in un’esposizione permanente, sotto terra e nel castello di sale. Qui si trovano oggetti davvero unici al mondo, come un gruppo di macchinari e di dispositivi minerari per il trasporto verticale e sotterraneo, sconosciuti nel resto d’Europa. Degni di attenzione sono anche gli oggetti d’artigianato, legati al passato della Miniera.


Luoghi interessanti situati nei dintorni

 

Wieliczka

www.kopalnia.pl

tel. +4812 278 73 12

Bochnia

www.kopalniasoli.pl

tel. +4814 612 43 15

Dobczyce

www.dobczyce.pl

tel. +4812 271 14 55

Nowy Wiśnicz

www.nw.com.pl

tel. +4814 612 83 41

Rabka Zdrój

http://rabk a-zdroj.pl

tel. +48 267 02 10

Tarnów

www.tarnow.pl

tel. +4814 627 87 35

 

3 - Il Campo di Concentramento di Auschwitz-Birkenau (Oswiecim-Brzezinka) 

Luogo del martirio di milioni di persone durante la II Guerra Mondiale. E’ stato il più grande campo di concentramento creato da Hitler nell’Europa occupata, in cui vennero realizzati i piani di sterminio di interi popoli, principalmente Polacchi ed Ebrei. E’ difficile stabilire il numero delle vittime – si parla di circa 1 milione e 100 mila persone, di 28 diverse nazioni. La maggioranza delle vittime fu di origine ebraica, deportata qui da diversi Paesi.

Nel 1940 sorse il Campo di Concentramento di Auschwitz I, nelle vicinanze della città di Oswiecim. Il primo gruppo di deportati giunse nel Campo già nel Giugno del 1940.

Nell’antico Campo di Auschwitz si trovavano i “blocchi”ed il cancello con la scritta “Arbeit macht frei” ( Il lavoro rende liberi). In una parte dei blocchi ha sede il Museo Nazionale di Auschwitz-Birkenau, che raccoglie l’agghiacciante testimonianza del criminoso sterminio con effetti personali donati al museo, fotografie e documenti. Nella periferia di Oswiecim sorse, nel 1942, la seconda parte del Campo, cioè Birkenau, il principale centro di sterminio, il più grande cimitero al mondo.

Qui si conservano poche baracche e le rovine dei forni crematori. Al ricordo delle vittime è dedicato il Monumento Internazionale del Martirio, inaugurato nel 1967, in omaggio alle persone uccise.

Il Campo di Concentramento di Auschwitz-Birkenau è visitato da numerosi pellegrini, provenienti da tutto il mondo, oltre a capi di Governo, in occasione di visite ufficiali in Polonia.Ogni anno viene organizzata la “Marcia dei Vivi”, testimonianza di pace tra le nazioni.

 

Luoghi interessanti situati nei dintorni

 

Auschwitz-Birkenau

www.auschwitz.org.pl

tel. +4 833 843 20 22

Cieszyn

www.cieszyn.pl

тел. +4833 852 30 50
Promnice

www.promnice.com.pl

tel. +4832 219 40 63
Pszczyna

www.zamek-pszczyna.pl

tel. +4832 210 30 37

Zabrze

www.muzeumgornictwa.pl

tel. +4832 271 88 31

4 - Le chiese in legno nel sud della regione Malopolska

Questo angolo sud-orientale della Polonia è un territorio con montagne non molto alte e bellissimi paesaggi. In questa regione incontriamo, magnificamente integrate nel paesaggio, chiese ortodosse in legno e chiese cristiane: se ne contano alcune centinaia. Le più famose hanno raggiunto la piena nobilitazione, sebbene siano opere di semplice carpenteria e non di celebri architetti.

Sei di queste chiese sono state iscritte nella Lista UNESCO. La più antica è la chiesa di Haczów, costruita nel XV secolo con travi di abete.Tutto l’edificio è ricoperto con assi di legno.

Gli interni sono stati ornati con frammenti policromi. Tra le più tenute in considerazione è la chiesa nella campagna di Blizne. Fu costruita tra il XV ed il XVI secolo, anch’essa ricoperta con assi di legno, mentre gli interni sono stati ornati in parte con antichissimi policromi gotici e rinascimentali.

La chiesa che si trova a Sękowa si differenzia per l’originale tetto slanciato e per la totale armonia. Nella chiesa di Binarowa si trova una preziosissima policromia (sono rappresentate scene del Nuovo Testamento) ed una scultura della Madonna in legno, risalente alla fine del XIV secolo. La chiesa di Dębno risale al XV secolo: all’interno sono conservate opere d’arte uniche, sculture e lavori d’artigianato artistico. Nella chiesa di Lipnica Murowana il soffitto e le pareti sono ricoperte da policromie di valore. Anche qui non mancano quadri barocchi e sculture.

Nella regione Malopolskie esistono moltissime altre costruzioni che i turisti possono ammirare, seguendo i sei Percorsi dell’Architettura in Legno, per la lunghezza di oltre 1500 km. Qui si trovano 232 tra i più importanti edifici in legno, che comprendono 123 chiese, 39 chiese ortodosse, 25 gruppi di edifici di campagna e di paese, 27 musei che hanno sede in storici edifici in legno, tra cui 9 villaggi-museo e 14 poderi.

L’itinerario è la nuova offerta turistica, che presenta la varietà dell’architettura in legno nella regione.

Luoghi interessanti situati nei dintorni

Nowy Sącz • it

http://szlak.wrotamalopolski.pl

тел. +4818 444 24 22

Bóbrka

www.geo.uw.e du.pl

tel. +4813 433 34 89

Krynica Zdrój

w ww.krynica-zdroj.pl

tel. +4818 471 61 05

Niedzica

www.lapszenizne.pl

tel. +4818 265 93 19

Szczawnica

www.szczawnica.pl

tel. +4818 262 22 58

Zakopane

www.zakopane.pl

tel. +4818 201 22 11

 

Kalwaria Zebrzydowska

E’ una piccola cittadina situata a 33 km da Cracovia. Sul pittoresco territorio del Beskid Makowskiego si trova l’esteso complesso di oggetti, iscritto nella Lista UNESCO col nome di “Parco Religoso-Paesaggistico di Kalwaria. E’ da sempre stato uno dei più importanti luoghi di pellegrinaggio della Polonia, e nello stesso tempo uno dei punti di partenza della Via Crucis più bello in Europa. La sua storia ebbe inizio nel XVII secolo, quando Mikolaj Zebrzydowski, allora Voivoda di Cracovia, fondò qui il monastero ed il complesso di cappelle della Passione di Gesù, su modello del Calvario di Gerusalemme. L’esecutore fu il fiammingo Paul Baudarth.

Il Monastero del Santuario Mariano è un edificio tardo-barocco, con elementi dello stile rococò, ornato da portici e con all’interno numerosi e importanti dipinti policromi.

Nell’insieme di tutto il complesso si contano 42 cappelle, insieme ai noti “vialetti del Calvario”, compresi in un paesaggio naturale. L’intero percorso è lungo 6 km, ma si impiegano circa 4 ore per percorrerlo. Le cappelle più interessanti sono: la Cappella Mariana, il Municipio di Pilato e la Tomba di Maria, con il sarcofago della Madre di Dio.

Ogni anno giungono a Kalwaria migliaia di pellegrini e turisti.

L’affluenza aumenta soprattutto in occasione delle festività legate alla Via Crucis.

Nella cittadina vi sono altri antichi edifici degni di attenzione: il complesso del castello, i piccoli edifici con le bancarelle per la festa, gli eremi.

Anche da qui partono interessanti itinerari turistici che passano sui Monti Beskidi. Non lontano sorge la città di Wadowice, luogo di nascita di Giovanni Paolo II, che spesso si recò in pellegrinaggio a Kalwaria Zebrzydowska.

Luoghi interessanti situati nei dintorni

Kalwaria Zebrzydowska

www.kalwaria.ofm.pl

tel. +4833 876 53 01

I Monti Beskid Żywiecki

www.it.bielsko.pl

tel. +4833 861 43 10

Sucha Beskidzka

www.kasper-suski.turystyka.net

tel. +4833 874 37 06

Wadowice

www.wadowice.pl

tel. +4833 873 23 65

Zawoja

www.zawoja.pl

tel. +4833 877 55 33

I Parchi Nazionali della regione Malopolska

Parco Nazionale dei Monti Pieniny

www.pieninypn.pl

Il parco comprende la sezione centrale del massiccio

calcareo dei Monti Pieniny, con la vetta più alta

delle Tre Corone (982 m l.m.) e la pittoresca ansa

del Dunajec. Il massiccio si distingue per la varietà

morfologica. Pittoreschi crepacci rocciosi e sinuosi

pendii che si innalzano per varie centinaia di metri

al di sopra del fiume Dunajec. I turisti possono ammirarli

discendendolo in zattera. La flora è costituita da

numerose specie endemiche e relitti come il tarassaco

e la violacciocca dei Pieniny. Dominano i boschi di

faggio e di abete. Sui dorsali scoperti e sulle terrazze

rocciose spuntano relitti di pinetine. È particolarmente

ricca la varietà di animali e di insetti tra cui

farfalle – alcune molto rare come l’apollo, il paggio

della regina o il paggio “navigatore”. Sono soggetti

ad assoluta protezione anfibi e rettili come i tritoni,

la salamandra maculata, il marasso e altri. I mammiferi

sono rappresentati principalmente dai roditori

e 17 specie di pipistrelli. Tra gli uccelli spicca il

picchio muraiolo.

 

Da non perdere

Czorsztyn

Rovine del castello del XIV sec., antica fortezza reale.

www.czorsztyn.pl

Niedzica

Castello gotico-rinascimentale su una

rupe scoscesa che domina il bacino

Czorsztyński.

– tel. +(48-18) 262 94 89

Lago Czorsztyńskie

Il bacino è stato creato dalla diga

sul fiume Dunajec.

www.czorsztyn.pl

Gola del Dunajec

Famosa discesa con zattere lungo il

Dunajec in un tratto bellissimo del corso

del fiume.

www.flisacy.com.pl

Parco Nazionale dei Monti Tatra

www.tpn.pl

Il parco comprende la catena dei monti

Tatra con la vetta più alta, il Rysy (2499 m

s.l.m), l’unico complesso montuoso in Polonia

a conformazione alpina. In primo luogo è

formato di granito e rocce sedimentarie con

ripide cime e spuntoni di roccia, conche dell’era

postglaciale e cateratte, grotte con splendide

vallate, torrenti di montagna che danno

vita a uno dei paesaggi più pittoreschi della

Polonia. I boschi sono presenti fino ai 1500

metri, in prevalenza abeti rossi con piccole

aggregazioni di abete, faggio e cembro. Nelle

fasce superiori (fino a 1800 m) cresce il pino

mugo. Dai 1800 m in su i boschi di pino

montano cedono il passo a prati e praterie

d’alta montagna. Al di sopra dei 2300 m si

estende la fascia dei picchi rocciosi. La flora

dei Tatra è ricca di specie endemiche e di alta

montagna. Le specie animali protette sono la

marmotta, il camoscio, l’orso, l’aquila e altre.

Il parco è iscritto nell’elenco delle riserve della

biosfera UNESCO (MaB)

 

Da non perdere

 

Białka Tatrzańska, Bukowina Tatrzańska

Paesi in cui il folklore di montagna è molto vivo,

centri di sport invernali.

www.bialkatatrzanska.pl

www.bukowinatatrz anska.pl

 

Chochołów

Paese in cui si è conservato l’ originale abitato in legno.

tel. +(48-18) 201 22 11

www.chocholow.pl

 

Zakopane

Centro sciistico e punto di partenza

per gite sui monti, vivace folclore di

montagna, edilizia in legno del Podhale.

Funivia per Kasprowy Wierch e treno a

cremagliera per Gubałówka.

www.zakopane.pl

 

Siti internet

 http://www.visitmalopolska.pl/ 

 http://www.krakow.pl/english

PIANIFICA L’ ITINERARIO

Pianifica un viaggio
Quante persone?
1
Per quanto tempo?
2 giorni

Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter