1 EUR = 4.3 PLN

Reperti archeologici

krzemionki-540-360.jpg


Recandosi in Polonia bisogna assolutamente recarsi al Museo Mineralogico di Porebia. Troviamo qui una vera e propria collezione di fossili, uova di dinosauri e meteoriti.

Particolarmente interessanti sono anche le grotte polacche. Nella grotta di Maszycka sono stati trovati resti fossili dei paleolitici, a Niedzwiedzia scheletri di orsi nascosti nelle grotte mentre a Oblazow il più antico bumerang costruito… con ossa di mammut.

Gli antichi abitanti slavi (e non solo) ci hanno lasciato a testimonianza della loro presenza interi centri abitati (Biskupin, Truso, Ostrow Lednicki), miniere (Krzemionki Opatowskie) e luoghi di culto (Sleza, Monte Sant’Anna, altopiano dei Wisielcow. Oggigiorno tutti questi luoghi rappresentano delle enormi ricchezze archeologiche.

Nei cimiteri più antichi (nella zona di Suwalszczyzna) sono stati ritrovati, a testimonianza delle usanze passate, tombe coperte con lastre di pietra. I Goti ci hanno lasciato interessantissimi artefatti, oggi visibili nel Museo Municipale di Zamosc. I vandali hanno trasportato nel nostro territorio preziosi tesori romani, scoperti nel 1937 a Breslavia.

I ritrovamenti più preziosi vengono esposti nei Musei. La corona d’oro con le aquile è ad esempio, conservata nel Museo Nazionale di Wroclaw (Breslavia). Il Tesoro di Witaszkow è oggi visibile a Belin.

Uno dei più importanti siti archeologici della Polonia con tumuli è la riserva "Kregi Kamienne" ( Cerchi di Pietre ).
Biskupin è una riserva archeologica fortificata che risale al 700 a.C., ad opera di una tribù appartenente alla cultura lusaziana.

PIANIFICA L’ ITINERARIO

Pianifica un viaggio
Quante persone?
1
Per quanto tempo?
2 giorni
Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter