Warsaw 2.2 ºC
1 EUR = 4.33 PLN
Contattaci
Torri di Cracovia al tramonto

Ogni città polacca racconta molte storie e lascia diverse suggestioni attraverso il tessuto urbano delle proprie architetture. Breslavia e Cracovia si raccontano a Roma attraverso gli occhi del collettivo artistico romano Sbagliato che trasporta frammenti di architetture urbane polacche direttamente sui muri di due quartieri storici della capitale: Trastevere e Testaccio. Le installazioni artistiche che rappresentano microframmenti architettonici in macroscala saranno presenti a Roma dal 30 settembre al 30 ottobre.  

L’iniziativa “Frammenti di Polonia” è un progetto di arte urbana attraverso la quale l’Ente Nazionale Polacco per il Turismo vuole mostrare la destinazione dal punto di vista artistico-culturale, evidenziando l’unicità architettonica di due città del sud della Polonia, Cracovia e Breslavia, dove lo stile gotico, rinascimentale e barocco si fondono e si confondono con il modernismo e le opere contemporanee, creando un ambiente nuovo e vibrante.

L’Ente ha affidato agli artisti di Sbagliato (progetto artistico fondato nel 2011 da tre amici, architetti e designers romani) il compito di esprimere, attraverso la loro sensibilità artistica, alcuni aspetti caratteristici di Cracovia e Breslavia, lasciandosi ispirare dalla loro atmosfera giovane, creativa e in costante fermento, ma anche dalla storia che si respira in ogni angolo di città.

Le opere ‘Frammenti di Polonia’

Le installazioni visionarie di Sbagliato sono il risultato di una sinergia tra architettura, grafica, fotografia e collage, attraverso la quale gli elementi architettonici possono essere “campionati”, elaborati e riproposti nel contesto urbano, in modo eterogeneo ma non casuale.

Le fotografie che hanno scelto per realizzare quest’opera reinterpretano Cracovia e Breslavia in chiave moderna, regalando un assaggio dell’atmosfera giovane, creativa e cosmopolita della Polonia.

Pur non trascurando il ricco patrimonio storico, artistico e architettonico delle due città, il lavoro degli artisti romani si basa sul desiderio di generare un’interferenza nel tessuto urbano, creando “varchi” all’interno dell’ordine rigido composto dalle architetture, attraverso l’utilizzo di poster, mezzo di comunicazione ideale per la sua natura effimera e per l’attitudine mimetica, caratteristiche distintive della poetica del gruppo.

Ispirazioni, suggestioni ed emozioni: questi i capisaldi artistici alla base della filosofia di Sbagliato, non il ‘solito’ street art, ma ‘scorci’ che rompono gli schemi rigidi dell’architettura, la rendono viva ma allo stesso tempo effimera.

Trastevere vs Cracovia

(via San Calisto 6A, a due passi da piazza Santa Maria in Trastevere)

Poster che rappresenta bassorilievo di danzatori

[Credits foto: Simon d'Exéa]

Quest'opera si propone di valorizzare un elemento architettonico decorativo: si tratta di un bassorilievo di danzatori posizionato sopra un palazzo di fine ‘800 nel quartiere Podgorze di Cracovia, ornato – al suo interno – da molti capolavori artistici e architettonici. Questa proposta vuole sottolineare la peculiarità di questi elementi scultorei che evocano diverse storie della città. [Installazione di 3m x 7m]

Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1978, Cracovia è il più importante centro artistico e culturale della Polonia. Monumenti antichi, mirabili opere d’arte e un’architettura testimonianza della civiltà polacca e la più antica università del paese e una delle più antiche d’Europa fanno di questa città un luogo colmo di storia. Anche gli appassionati d’arte più esigenti, non rimarranno delusi perché i musei sono tantissimi ed è una città culturalmente molto attiva.

Per conoscere meglio la città di Cracovia vi invitiamo ad approfondire l’articolo Frammenti di Polonia. Cracovia.

Testaccio vs Breslavia

(all’esterno del Mercato rionale, che affaccia su via Beniamino Franklin)

Installazione artistica che rappresenta grandi finestre in stile gotico

La proposta si basa su una dualità di elementi che parlano dei codici architettonici polacchi. Il telaio rettangolare della finestra a nastro incornicia una serie di grandi finestre in stile gotico della stazione di Breslavia, che evidenzia il rapporto antico-moderno che c’è nell’architettura polacca e che colpisce quando si visita questa città. [Installazione di 3m x 9m]

Breslavia è un posto unico per diversi aspetti che di certo non lascia indifferenti. Le sue 12 isole e gli oltre 100 ponti, il tormentato passato iscritto tra le mura urbane, le perle architettoniche, l’ubicazione pittoresca, la ricca offerta culturale la rendono una delle più belle e interessanti città in Polonia. Non a caso è stata eletta Capitale Europea della Cultura e Capitale Mondiale del Libro 2016 oltre che la Miglior destinazione europea 2018. Da oltre mille anni si rispecchia nelle acque del fiume Oder. Conserva ancora le tracce della dominazione ceca, di quella tedesca e del proprio carattere polacco, riconoscendosi oggi come una vera e propria città europea, crogiuolo di culture e tradizioni.

Per conoscere meglio la città di Breslavia vi invitiamo ad approfondire l’articolo Frammenti di Polonia. Breslavia.

  • Castello di Wawel a Cracovia
    Castello di Wawel a Cracovia
  • Sala del Centenario a Breslavia
    Sala del Centenario a Breslavia
  • Cattedrale di Cracovia
    Cattedrale di Cracovia
  • Piazza del Mercato di Breslavia
    Piazza del Mercato di Breslavia
  • Mercato dei Tessuti a Cracovia
    Mercato dei Tessuti a Cracovia
  • Gnomi di Breslavia
    Gnomi di Breslavia
  • Torri di Cracovia
    Torri di Cracovia
  • Municipio di Breslavia
    Municipio di Breslavia
  • Ex-Sinagoga nel quartiere Kazimierz a Cracovia
    Ex-Sinagoga nel quartiere Kazimierz a Cracovia
  • Panorama di Breslavia
    Panorama di Breslavia

Un progetto realizzato grazie anche alla collaborazione con The Trip, agenzia di comunicazione creativa, volto a promuovere una destinazione sempre più all’avanguardia, aperta a nuove forme artistiche, ma sempre fortemente legata al suo passato, alla sua storia e alle sue tradizioni.

Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter