Warsaw 1.1 ºC
1 EUR = 4.34 PLN
Contattaci

Nel viaggio culinario attraverso le regioni polacche non può mancare la Slesia. Pur essendo una delle regioni più piccole della Polonia, la Slesia ha una forte identità e riguardo alla creatività e diversità culinaria non ha niente da invidiare alle altre. Anzi, questo territorio non molto esteso nasconde una vera ricchezza di tradizioni, usanze e culture, spesso e volentieri molto distanti tra loro.

La cucina della Slesia è caratterizzata da forti influenze sia interne che esterne. In alcune parti della regione si percepiscono di più le influenze tedesche, in altre quelle della confinante Repubblica Ceca. Ma anche la tradizionale cucina polacca della regione non è uniforme, in quanto si è formata in stretta relazione con il territorio e la tradizione industriale. La Slesia possiede infatti una lunga tradizione di industria mineraria, ma nello stesso tempo è un’oasi di verde, un ritrovo perfetto per chi ama immergersi nella natura lontano dal chiasso cittadino.

Da una parte abbiamo quindi la cucina montanara, abbastanza semplice e povera, la sostanziosa cucina rurale, ma anche quella abbondante e grassa, tipica dei minatori e degli artigiani, e infine la sofisticata cucina a base di cacciagione.

Castello di Olsztyn sullo sfondo

COSA MANGIARE NELLA SLESIA?

Ma cosa di preciso bisogna assolutamente assaggiare trovandosi nella regione della Slesia? Ecco alcune proposte, le nostre “best of”!

Piatto contenente gli gnocchi della Slesia

Kluski śląskie – il piatto decisamente più conosciuto della regione della Slesia, apprezzato in tutta la Polonia. Sono degli gnocchi di patate e fecola di patate, rotondi, un po’ schiacciati, con un caratteristico buchetto al centro. Solitamente vengono serviti con degli involtini di manzo e verza rossa soffritta, condita in modo particolare, con cipolla, pancetta e mela.

Curiosa è la (presunta) storia di kluski śląskie: si dice che per la prima volta siano apparsi nella città slesiana di Racibórz nel 1241. Le cittadine li avrebbero usati come „arma” contro gli invasori mongoli che assediavano la città. Secondo i minatori, invece, kluski śląskie sarebbero stati inventati nel XIX secolo proprio per loro, come piatto che lasciava la sensazione di sazietà per più tempo rispetto alle classiche patate.

Kluski śląskie con involtini di manzo e verza rossa costituiscono il tradizionale pasto slesiano domenicale.

Zuppa wodzionka - una delle zuppe più semplici e veloci che si possono immaginare. L’invenzione delle intraprendenti e parsimoniose casalinghe slesiane, a base di pane raffermo, aglio e strutto: ingredienti che non mancavano in nessuna casa. Wodzionka è una pietanza semplice che però sazia e permette di riscaldarsi.

Hekele – insalata di aringhe con uova, cetriolini in salamoia, cipolla e senape.

Nonostante la lontananza dal mare, nella Slesia le aringhe godono di grande popolarità. Sono considerate una prelibatezza e vengono preparate in vari modi. Hekele śląskie sono solo uno dei tanti gustosi antipasti a base di questa qualità di pesce.

Gnocchi di Częstochowa (Kluchy częstochowskie) – gnocchi – o meglio dire „gnocconi” considerando le dimensioni – di patate e farina, bolliti in acqua a poi fatti soffriggere in padella con cipolla e pancetta. Vengono serviti o come antipasto o come contorno per la carne.

Goulash di stomaci d’oca – un piatto un po’ meno conosciuto, ma particolarmente delicato e gustoso. Viene preparato con l’aggiunta di funghi e servito con del pane fresco.

Coniglio in rosmarino – coniglio marinato con le erbe e le verdure, servito con salsa al rosmarino. Spesso e volentieri accompagnato da kluski śląskie.

E come dolce vi proponiamo kołocz śląski, una tipica torta slesiana in stile sbriciolata farcita con formaggio fresco, mele oppure semi di papavero. Si consuma soprattutto durante i periodi festivi e le feste di nozze.

Ricordiamo infine degli ottimi formaggi contrassegnati dal marchio DOP. Del più conosciuto, oscypek, probabilmente avete già sentito parlare perché in realtà è tipico per la confinante regione Malopolska e la città di Zakopane. Si tratta comunque di un formaggio dal sapore deciso, leggermente salato e affumicato, simile alla scamorza. Redykołka, l’altro formaggio DOP della regione Slesia (e Malopolska) è il fratello minore di oscypek: viene infatti prodotto con i residui della lavorazione di quest’ultimo.

La regione della Slesia è inoltre rinomata per le sue birre: soprattutto la Żywiec e la Tyskie, tra le più famose in tutta la Polonia (è possibile visitare pure i loro rispettivi musei), ma anche numerose birre artigianali.

Interno di una fabbrica di birra

PERCORSO CULINARIO – I SAPORI DELLA SLESIA

Il Percorso Culinario “I Sapori della Slesia” (Śląskie smaki) è stato creato nel 2012 diventando uno dei primi percorsi culinari in Polonia. Si tratta di un gruppo di locali e ristoranti dove è possibile assaggiare i piatti tradizionali della Slesia (oltre 100) il cui sapore, la qualità delle materie prime e le modalità di preparazione vengono garantiti dal certificato Śląskie smaki. Insomma, se andate nella Slesia e volete essere sicuri di mangiare gli autentici piatti regionali (e soprattutto di mangiare bene!), è consigliabile scegliere uno dei locali dell’elenco (lo troverete in QUESTO ARTICOLO).

https://www.slaskiesmaki.pl/en-US 

Nell’ambito del percorso culinario I sapori della Slesia si svolge, una volta l’anno, anche il festival I sapori della Slesia. L’evento prevede naturalmente attrazioni di tipo culinario come per esempio cooking show, ma anche diversi concerti e concorsi per i più piccoli.

Scoprite la Slesia nel NOSTRO ARTICOLO SULLA REGIONE.



Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter