Warsaw 22.2 ºC
1 EUR = 4.75 PLN
Contattaci
ragazza con un quadrifoglio

Modernità e tradizione che si intrecciano in modi più inaspettati sono una delle caratteristiche della Polonia più forti e sorprendenti non solo nell’ambito delle attrazioni turistiche, ma anche delle abitudini e credenze! Un viaggio in Polonia è anche un viaggio nello spirito del popolo che abita queste terre, quindi oggi parliamo di scaramanzia, e siamo curiosi di sapere se conoscevate tutte queste credenze popolari, alcune simili alle italiane, altre bizzarre o legate a storie prese direttamente dalla cultura popolare.

Iperconnessi nel loro quotidiano, all’avanguardia con le tecnologie, orgogliosi delle soluzioni sempre più moderne delle smart cities polacche, gli abitanti del paese attraversato dalla Vistola comunque continuano spesso a sputare 3 volte se vedono un gatto nero attraversare la strada (anche se, si sa, in quel caso è comunque meglio cambiarla!), mentre venerdì 13 (e non 17!) è la giornata in cui non uscire proprio di casa sarebbe la soluzione migliore. 

Avete dimenticato qualcosa a casa? Sedetevi per un attimo se siete costretti a ritornare, altrimenti la sfortuna è assicurata! Non pensate mai di appoggiare la borsa a terra, o vi scapperanno i soldi! Avete mai sentito degli 7 anni di sfortuna che vi aspettano se rompete uno specchio? La leggenda legata a questa superstizione è quella sul Pan (Signor) Twardowski. Lo specchio da lui creato è un artefatto magico realizzato probabilmente nel XVI secolo, fondendo pezzi di metallo vari come argento, zinco e stagno. Sulla cornice di legno si intravede la scritta in latino: “Luserat hoc speculo magicas Twardovius artes lusus at iste Dei versus in obseqviam est” (Qui ci si specchiava il Sig. Twardowski, praticando magie, ma ora serve al nostro Signore). Lo specchio è un esemplare unico nel suo genere e si trova nella Basilica dell’Assunzione di Maria a Węgrów, a un’ora da Varsavia

Specchio rotto

Anche passare sotto una scala aperta può portarvi sfortuna. Una svista del genere può rovinare l’armonia dell’ambiente circostante, dunque il delinquente che ci proverà, sarà condannato e dovrà saldare il suo debito. Forse però, passare sotto la scala non è così ben visto a causa della sua somiglianza al patibolo?

E sempre bene avere a portata di mano un pezzo di legno, meglio se crudo, per “bussare sul legno crudo”, frase usata un tempo richiamando agli avvenimenti che si preferiva non capitassero; un po' come toccare ferro in italiano per allontanare la possibile sciagura. Dunque, a cena, meglio se ci si siede solo attorno ad un tavolo di legno crudo, o almeno non pitturato di sotto per poter bussare in caso di necessità. 

Se viene sparso il sale, la discussione è assicurata! Questa credenza deriva dal fatto che tempo fa il sale era considerato una merce di scambio lussuosa. Sull’importanza di quest’ultimo ne scoprirete di più visitando le miniere di sale. Alcune hanno un valore storico e turistico non indifferente, altre invece sono ancora attive. Le più conosciute sono indubbiamente quelle inserite nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO: le Miniere Reali di Wieliczka e Bochnia.

Ma tra le credenze polacche ancora vive ci sono anche quelle che portano fortuna, come ad esempio trovare un quadrifoglio. Andate dunque alla sua ricerca nelle infinite valli o nei meravigliosi parchi. 

Potete anche decidere come porta fortuna di appendere alla vostra porta un ferro di cavallo, ottima idea per un regalo!

E ovviamente se vedete lo spazzacamino acchiappatevi il bottone! Non chiedetevi il perché, la fortuna sarà dalla vostra parte!

Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter