Warsaw 13.9 ºC
1 EUR = 4.31 PLN
Contattaci
Museo della Papamobile di Giovanni Paolo II a Kielce

Il protagonista principale della mostra è il veicolo ricostruito con cui Giovanni Paolo II percorse la Polonia durante il suo primo pellegrinaggio in patria.

Il concetto della papamobile originale, nome in codice JPII, è stato creato da Zbigniew Gonciarz, un’artista che nel 1979 lavorava presso l’Istituto Automobilistico Industriale di Varsavia.

Secondo i desideri personali di Giovanni Paolo II, una delle auto che avrebbe dovuto circolare nel Paese durante la sua prima visita in patria doveva essere polacca.

Il progetto è stato approvato dal Primate Stefan Wyszyński, ma è stato visionato anche dal Papa.

Il veicolo è stato costruito presso il PIMot e al suo sviluppo hanno partecipato diverse dozzine di specialisti.

Poiché l’auto doveva essere pesante e inaccessibile alle persone in piedi e doveva ospitare l’entourage papale, avere un parasole ed un impianto audio - Gonciarz come “designer” ha proposto di utilizzare il telaio del fuoristrada polacco STAR 660 M2.

Tuttavia doveva essere allungato di 40 cm rispetto ai modelli standard. Inoltre, grazie alla sospensione della gondola su quattro cuscini pneumatici, il Santo Padre non avrebbe sentito il disagio di viaggiare su strade sconnesse. È stato anche necessario adattare l’auto alla modalità di guida da parata: la papamobile era capace di raggiungere appena i 6 km/h.

La produzione di questo modello è stata, soprattutto nei tempi difficili della Repubblica popolare polacca, una vera impresa tecnica.

Nonostante si dimostrò perfetto nell’utilizzo durante il primo pellegrinaggio papale, dopo il completamento di esso, il veicolo fu smantellato.

Negli anni 2006-2011 i dipendenti dell’azienda Auto-Adamczak di Kielce hanno deciso di ricostruire il veicolo papale, utilizzando il suo telaio originale ed i componenti ritrovati. L’auto è stata ricreata con la collaborazione del PIMot.

Alla riproduzione del veicolo hanno collaborato anche gli ingegneri e gli studenti del Politecnico della regione Świętokrzyskie di Kielce.

La vettura è oggi ancora pienamente operativa, il che significa che può essere guidata. Viene usata durante le cerimonie religiose e secolari in Polonia, motivo per cui viaggia spesso per tutto il paese.

Cosa mostra il museo?

Il Museo della Papamobile JP2 è stato fondato nel 2018 a Kielce. La papamobile JP2 è stata iscritta nel registro delle auto d’epoca.

Il Museo è iscritto alla lista del Ministero della Cultura e del Patrimonio Nazionale.

L’obiettivo principale del Museo è preservare la memoria di questa opera unica dell’industria automobilistica polacca. La struttura è costantemente in ricerca degli elementi originali perduti del veicolo. Inoltre sta completando la documentazione e organizza attività educative per bambini e ragazzi.

La mostra del Museo è composta da tre parti. La prima parte riguarda la progettazione e l’implementazione del veicolo speciale JP2 presso l’Istituto Automobilistico Industriale di Varsavia nel (1979).La seconda parte si riferisce alla ricerca dei componenti e alla ricostruzione della papamobile JP2 nell’officina Auto-Adamczak (2006-2011) insieme alla documentazione originale.

La terza parte è dedicata ai viaggi della replica dell’auto papale in giro per il paese (ha visitato oltre 140 località).

Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter