Warsaw 8.9 ºC
1 EUR = 4.32 PLN
Contattaci
Lublino

L’Ente Nazionale Polacco per il Turismo tira le somme di fine anno e guarda al 2023. Tra i principali focus e novità: attività promozionali rivolte ai professionisti del settore, nuovi collegamenti aerei e numerosi riconoscimenti.

L’Ente Nazionale Polacco per il Turismo fa il punto della situazione ed inizia a gettare le basi delle attività previste per il 2023, puntando sul mercato italiano con sempre maggiore attenzione e interesse, con l’intento di andare a consolidare quanto raggiunto nel 2019, quando si erano registrati arrivi per oltre 600.000 italiani.

La Polonia è una meta moderna e dinamica, molto apprezzata dagli italiani, che prediligono fra tutto le nostre città d’arte (Cracovia, Varsavia, Danzica e Breslavia fra tutte) –afferma Barbara Minczewa, Direttrice dell’Ente per l’Italia -ma la promozione della destinazione per il 2023 sarà incentrata su una Polonia meno nota, una terra che attrae per il ricco patrimonio storico-culturale ma che deve oggi rivelare al grande pubblico la sua incredibile bellezza naturalistica, la biodiversità, le possibilità legate all’outdoor e la squisita offerta gastronomica”.

Per quanto riguarda il mercato italiano, con dati che fanno riferimento ai primi 10 mesi del 2022, si registra un aumento dei pernottamenti pari ad un + 60% rispetto allo stesso periodo del 2019 che sale a + 90% se si guarda al 2021. “Sono dati al momento ancora parziali, mancando i numeri degli ultimi due mesi del 2022 (ndr. periodo particolarmente importante perché comprende le festività natalizie), ma che ci mostrano un trend in crescita, non solo per quanto riguarda il turismo dall’Italia, ma in generale per i flussi provenienti dall’Unione Europea”, continua Minczewa.

Per dare continuità a questo deciso trend di crescita, l’Ente prevede di consolidare il proprio sostegno al settore e alla catena distributiva, in particolare, con incontri di formazione online e Fam Trip, così da dare ad agenti e operatori l’occasione di approfondire la propria conoscenza sulla destinazione, ma anche la partecipazione a fiere ed eventi insieme ai DMC polacchi, per far conoscere l’ampia e variegata offerta turistica del Paese.

Novità

Diverse le destinazioni su cui l’Ente Nazionale Polacco per il Turismo punta, promuovendo quindi località fuori dalle tradizionali rottema facilmente raggiungibili anche dal nostro Paese, grazie ai già numerosi collegamenti aerei tra diverse regioni d’Italia e le principali città polacche, che, nel 2023, andranno ad aumentare grazie a nuovi voli.

In primis due nuovi collegamenti per Lublino, città accademica e importante punto di unione fra l’Europa occidentale e quella orientale, che dal prossimo 26 e 27 marzo si potrà raggiungere da Milano Bergamo con Aeroitalia e Ryanair e, in secondo luogo, il grande ritorno del volo diretto Roma-Danzica, bellissimo centro affacciato sul Mar Baltico.

La nostra forza sta nei numerosi collegamenti aerei – prosegue Barbara Minczewa, Direttrice dell’Ente Nazionale Polacco per il Turismoche permettono a molti italiani di raggiungere il nostro paese in ogni stagione dell’anno grazie ad operativi che consentono di organizzare long weekend oppure di approfittare dei ponti di primavera, per una breve vacanza o, ancora, del periodo delle festività natalizie, quando si svolgono i mercatini di Natale”.

Riconoscimenti 2023

Sono molti i riconoscimenti attribuiti alla Polonia per il 2023.

La CNN Travel posiziona la Polonia al primo posto tra le migliori destinazioni da visitare nel 2023; Varsavia è al 38° posto nel ranking delle “100 World’s Best Cities”, mentre si posiziona al terzo posto nel ranking della rivista MICE Benelux “The MICE hotlist”. Cracovia, invece, è al 26° posto della “50 Best Places to Travel in 2023” secondo la guida di viaggi online Travel Lemming.

Per quanto riguarda il settore gastronomia, la Polonia si posizione al 14° posto in due classifiche: la “Foodie Destination To Visit in 2023” (top 20) e la “Foodie Destination to Visit in 2023 – Best Cuisine in the World 2022” (top 95). È Cracovia ad eccellere, in questo ambito, con il miglior ristorante della Polonia e uno dei migliori in Europa: “Fiorentina”, già riconosciuto dalla Guida Michelin e che, malgrado il nome, è un ristorante specializzato in cucina polacca, con ispirazione alla cucina toscana.

  • Lublino
    Lublino
  • Danzica
    Danzica
  • Varsavia
    Varsavia
  • Breslavia
    Breslavia
  • Cracovia
    Cracovia

Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter