Warsaw 5 ºC
1 EUR = 4.32 PLN
Contattaci
Elektrownia Powiśle

Varsavia è da sempre una città esuberante, movimentata, piena di vita. Nonostante una storia particolarmente travagliata, ha conservato caratteristiche che l’accomunano alle altre capitali dell’occidente europeo. Il suo spirito giovane la rende una città unica.

Il brillante connubio tra antico e moderno, riscontrabile nella mentalità e nell’architettura, si realizza nel pieno rispetto delle tradizioni e assecondando la spinta naturale verso l’evoluzione. Varsavia combina una ricca storia con una modernità dinamica. La capitale polacca è cambiata molto negli ultimi anni. Edifici ormai in disuso da diversi anni rivivono oggi di una nuova vita, grazie a progetti virtuosi, modernità e innovazione. Tra gli ultimi spazi rivitalizzati troverete: Elektrownia Powiśle, Koneser, Birrificio Browary Warszawskie, Fabbrica di Norblin

ELEKTROWNIA POWIŚLE 

Progetta nel 1904 per alimentare la città di Varsavia, la centrale elettrica Elektrownia Powiśle divenne – nel corso del tempo – una delle centrali più grandi e moderne della Polonia. Dopo aver cessato la sua funzione, subì un importante intervento di riqualificazione urbana.

Oggi è un grande spazio multifunzionale in cui si trovano negozi, ristoranti, hotel e beauty halls. Pur cercando di mantenere il maggior numero di dettagli originali, data l’imponenza architettonica dell’edificio, che si sviluppa su una superficie di 5.000 mq, il progetto combina storia e modernità.

KONESER

All’interno del complesso delle fabbriche rivitalizzate “Koneser” (dal XIX secolo una delle fabbriche di vodka più note in Polonia), è stato inaugurato nel 2018 il Museo della Vodka Polacca (Muzeum Polskiej Wódki).

Situato nel quartiere Praga, questo suggestivo edificio Ottocentesco è stato ricostruito e progettato dal prestigioso studio Nizio Design International per gli interni e dal gruppo Liebrecht & Wood in collaborazione con BBI Developmentper gli esterni. Il Museo ha lo scopo di far conoscere – anche attraverso installazioni multimediali, in perfetta sintonia con gli interni postindustriali – la ricca e lunga storia della produzione e degli usi e costumi legati alla vodka in Polonia, ed è l’unico museo al mondo dedicato completamente a questa bevanda superalcolica (iscritta sulla lista dei prodotti di Indicazione Geografica Protetta – IGP).

BIRREFICIO BROWARY WARSZAWSKIE

Per anni Varsavia ha guardato a questo luogo con orgoglio. Qui, nel 1846, fu fondata la fabbrica della birra Haberbusch e Schiele, che divenne rapidamente la “terra promessa” della capitale. La fabbrica della birra, la più grande del Regno di Polonia era una delle più importanti a livello europeo, prosperò fino alla seconda guerra mondiale.

La seconda guerra mondiale ha completamente devastato questa zona. Nell’area devastata e abbandonata delle ex birrerie di Varsavia nonostante il degrado, si poteva sentire il cuore vibrante della città, aveva solo bisogno di essere nuovamente risvegliato. Il grande risveglio e la più grande rivitalizzazione sono iniziati nel 2017. Oggi l’antico birrificio Browary Warszawskie è ritornato al suo vecchio splendore.

FABBRICA DI NORBLIN

La fabbrica di Norblin è un sito di 2 ettari nel quartiere Wola di Varsavia, pieno di storia straordinaria. L’area, che per anni è stata una perla trascurata dell’architettura post-industriale, è stata trasformata in una nuova parte della città con uffici, negozi, ristoranti, caffè, Food Town, bazar ecologico, cinema boutique e museo aperto che commemora la storia di una delle più grandi imprese industriali dell’ex Regno di Polonia. Un esempio perfetto della rivitalizzazione delle antiche strutture post- industriali.

  • Elektrownia Powiśle
    Elektrownia Powiśle
  • Elektrownia Powiśle
    Elektrownia Powiśle
  • Elektrownia Powiśle
    Elektrownia Powiśle
  • Browary Warszawskie
    Browary Warszawskie
  • Browary Warszawskie
    Browary Warszawskie
  • Koneser
    Koneser
  • Fabbrica di Norblin
    Fabbrica di Norblin
  • Fabbrica di Norblin
    Fabbrica di Norblin
 

Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter