Warsaw 25 ºC
1 EUR = 4.68 PLN
Contattaci

La Natura

las540.jpg

La Polonia possiede un paesaggio ed una natura particolari, il 46% del territorio si adatta benissimo al turismo: la natura, le montagne, le foreste ed i laghi, la Foresta di Bialowieza con i suoi bisonti, lo splendido ed eccezionale complesso di paludi vicino a Biebrza, la cultura, la musica, il teatro, una cinquantina di monumenti storici di fama internazionale. La Polonia è inoltre considerata il paese della "Solidarietà", la patria del Papa; inoltre il cambio è molto conveniente per i paesi limitrofi...

Secondo gli esperti fra i settori più importanti del turismo polacco risaltano l'agriturismo, che coinvolge oltre 2,5 milioni di fattorie a conduzione familiare e grazie al quale è possibile scoprire le antiche tradizioni ed il folklore locale, e il turismo sportivo (vela, canottaggio, ippica, ecc.).

Oltre all'Agenzia di Promozione del Turismo, esistono altre istituzioni che si occupano della promozione come gli Uffici di Informazione Turistica che si trovano all'estero: Parigi, Roma, Londra, Vienna, Amsterdam, Stoccolma, New York, Budapest e Mosca.

Ammirare la natura polacca non è complicato; basta munirsi di un adeguato equipaggiamento (vestiti e scarpe idonee) ed eventualmente un binocolo. Per la visita di alcuni dei parchi nazionali è poi obbligatoria la presenza di una guida. I periodi migliori per incontrare gli animali selvatici sono quelli invernali ed autunnali – periodi nei quali avviene il corteggiamento dei cervi e delle alci. In estate è più difficile fare incontri di questo tipo, anche se a luglio e ad agosto nei prati vicino alla Biebrza non è raro avvistare l'alce o il bisonte. I mammiferi più grandi vivono protetti nella foresta di Bialowieza nonché in un area protetta sull isola di . Wolin La Polonia è celebre per i suoi esperimenti aventi per obiettivo il reinserimento di alcune specie in via di estinzione. Così è stato oltre che per i bisonti anche per il cavallo polacco (una specie di pony), il castoro e la lince. Nella foresta Kampinoska vivono oggi circa 10 di questi gatti selvaggi. La Polonia è una terra di transito per numerose specie di uccelli migratori – ghiandaie marine, gru, aquile e aquilotti. Per gli ornitologi, particolarmente interessanti risultano essere il Parco Nazionale di Ujscie Warty, i laghi Mazury e gli stagni di Milickie nella pianura di Barycza. Sui Pieniny troviamo la più bella specie di farfalla polacca – il niepylak apollo. Nella pianura San nei Bieszczady vive un esemplare di serpente nero  Eskupl, nella Foresta Kampinoska si possono osservare delle particolari rane dagli stravaganti colori &; le femmine sono azzurre, i maschi arancioni. Altri animali sono infine visibili .dalle finestre di casa propria! Parliamo dei cinghiali che pascolano nei prati delle Tre città e dei falchi che abitano la piazza di Varsavia.
Le montagne più antiche presenti in Polonia sono le “Pieprzowe” sotto Sandomierz. Si stima che la loro età sia di 500 mln di anni. Le montagne Sowie sono, a loro volta, formate da vecchissimi elementi rocciosi - derivanti dall’epoca primordiale della terra (4,5 miliardi di anni ). Le catene più giovani sono quelle dei Tatra. Qui troviamo la vetta più alta – il Rysy, una meravigliosa cascata (Siklawa), la grotta più lunga (Wielka Sniezna) e il celebre percorso “Orla Perc”. Tra i bassopiani più famosi troviamo il Tryglaw di Tychowo e il Wiezyca che rappresenta il punto più alto non solo nella regione di Kaszuby ma anche in tutta l’Europa centrale. L’albero più alto non è rappresentato, come si potrebbe immaginare, da una quercia ma da un tasso a Henryk Lubanski, la cui età stimata è di 1250 anni! Troviamo poi altre “celebri” piante come la quercia a Piotrowic (720 anni) o l’abete a Minsk Mazowiecki (380 anni). Restando in tema di record ricordiamo la larga spiaggia di Swinoujscie e la più grande isola polacca – quella di Wolin sul cui territorio è presente il lago dalle acque più azzurre. A livello mondiale troviamo in Polonia la più grande morena a forma di ferro di cavallo, i monti “Tavolari”, ovvero quelli in assoluto più piatti, il fiume dal corso più irregolare (il Wisla) e il paesino dove è concentrato il più elevato numero di cicogne – Zywkowo Bociania. Vivono qui 200 cicogne!
Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter