Warsaw 26.1 ºC
1 EUR = 4.68 PLN
Contattaci
Vista dall'alto sulla Piazza del Castello di Varsavia

La Polonia è un Paese tutto da scoprire, dove non manca niente: potrete ammirarvi sia le storiche città d'arte che la splendida natura, tra mare, monti, boschi, fiumi e laghi. Per assaporare appieno il meglio di questo territorio pieno di sorprese - sia i suoi tesori urbani che quelli naturalistici - il modo migliore per visitarlo è la vacanza di tipo fly & drive.

Abbiamo preparato per voi un'intera serie di articoli dedicati alle città raggiungibili con voli diretti dall'Italia e alle attrazioni che si trovano nei loro dintorni.

Questo articolo è dedicato alla capitale polacca – Varsavia – raggiungibile dall'Italia con voli diretti da Bari, Bologna, Catania, Milano, Napoli, Olbia, Pisa, Roma, Torino, Venezia, Verona e alla moderna città di Łódź che si trova a sole 2 ore di strada da Varsavia.


VARSAVIA

Varsavia, la capitale della Polonia, è una città piena di vita, movimentata. Il suo spirito giovane la rende una città unica. Il brillante connubio tra antico e moderno, riscontrabile nella mentalità e nell’architettura, si realizza nel pieno rispetto delle tradizioni e assecondando la spinta naturale verso l’evoluzione. Varsavia è risorta dalle macerie della Seconda Guerra Mondiale grazie all’impegno appassionato dell’intera nazione e alle eccezionali “Vedute del Canaletto” (Bernardo Bellotto, 1721-1780), splendidi dipinti dell’artista italiano che trascorse a Varsavia gli ultimi anni della sua vita, talmente dettagliati da dare l'illusione della realtà. Oggi Varsavia non è solo la capitale e la città più grande della Polonia ma anche il maggior centro scientifico, culturale e artistico del paese.

Cosa vedere a Varsavia? Ecco la nostra TOP 7!

1. Il Tragitto Reale

Lungo il Tragitto Reale si incontra gran parte degli edifici storici della capitale. Il percorso inizia dalla zona della Città Vecchia e del Castello Reale fino al parco di Łazienki Królewskie (letteralmente “Bagni Reali”) e al Palazzo del Belvedere. Il Tragitto Reale attraversa via Krakowskie Przedmieście, dove si concentra buona parte delle chiese storiche della capitale. Lungo Krakowskie Przedmieście sorgono antichi palazzi magnatizi, molti dei quali adibiti oggi ad uffici pubblici. Poi il Tragitto Reale porta a via Nowy Świat. È il tratto principale del Tragitto Reale, con numerosi negozi eleganti, librerie, caffè e ristoranti. Se l’architettura di Krakowskie Predmieście risale per lo più al XVII e XVIII secolo, in via Nowy Świat dominano gli edifici del XIX secolo. Proseguendo si arriva ad Aleje Ujazdowskie, una delle più belle strade di Varsavia con i suoi splendidi edifici delle ambasciate straniere, l’orto botanico, le sedi dei ministeri e, naturalmente, il Parco di Łazienki Królewskie.

Vista notturna sul castello reale di Varsavia

2. Parco Łazienki Królewskie

È un parco che si estende accanto alla Vistola, fondato nel 1772 come giardino privato. Oggi è il luogo di incontri e passeggiate domenicali dei cittadini di Varsavia e dei turisti. Il Parco Łazienki Królewskie è uno dei maggiori complessi verdi d’Europa. La costruzione principale del parco è il Palazzo sull’Isola. Nei canali d’acqua che circondano il palazzo si può godere un giro in gondola. In estate, nel parco si svolgono concerti gratuiti di pianoforte dedicate a Chopin (sotto il monumento del compositore polacco).

Palazzo sull'acqua nel Parco Reale Lazienki, autunno

3. Wilanów

Il Palazzo di Wilanów è uno dei più preziosi monumenti della cultura polacca. È sopravvissuto all'età delle spartizioni della Polonia e alle guerre ed ha preservato le sue autentiche qualità storiche. Il Palazzo di Wilanów era la residenza estiva del re Giovanni III Sobieski, edificata nella seconda metà del XVII secolo. Nota come “Piccola Versailles”, questa villa barocca fu creata per ricordare all’adorata moglie del re il suo paese, la Francia.

Palazzo di Wilanow

4. Il Palazzo della Cultura e della Scienza

Il Palazzo della Cultura e della Scienza è stato un dono da parte dell’Unione delle Repubbliche Sovietiche e fino ad oggi è uno dei principali simboli della capitale polacca. Ha 237 m di altezza e si può ammirare il panorama di Varsavia dal suo trentesimo piano. Nel Palazzo della Cultura e della Scienza la sede hanno alcuni teatri e musei tra cui il Museo della Tecnologia.

Vista sul Palazzo della Cultura e della Scienza e sui grattacieli di Varsavia

5. I musei

L’aspetto culturale è uno dei punti di forza di Varsavia, la città infatti vanta un'ampia scelta dei musei. Tra i più famosi possiamo elencare il Museo della Rivolta di Varsavia, POLIN (il Museo della Storia degli Ebrei Polacchi), il Museo Nazionale di Varsavia o la Galleria Nazionale d’Arte - Zachęta. Tra altri musei degni di nota ce ne sono due dedicati ai polacchi di fama mondiale: il compositore e pianista polacco Fryderyk Chopin e Maria Skłodowska-Curie, la prima donna ad aver studiato alla Sorbona di Parigi e ad essere premiata due volte con il Premio Nobel.

Interno del Museo di Chopin

6. Quartiere Praga

Praga è l’unico quartiere quasi intoccato dalla guerra e negli ultimi anni sta vivendo un intenso periodo di riqualificazione. Ci si trovano tante gallerie d’arte, caffè e locali caratteristici. I luoghi di maggiore interesse di questo quartiere sono la Soho Factory, un imponente centro d’arte all’interno della quale si trova il Museo dei Neon (la più grande esposizione dedicata alle insegne neon in Europa), il Museo della vita in PRL (Repubblica Popolare Polacca), la Fabbrica di Cioccolato Wedel (l’azienda che opera da oltre 100 anni) o Centrum Praskie Koneser, un complesso di edifici residenziali, uffici e culturali e di intrattenimento situati nei locali dell'ex fabbrica di vodka di Varsavia "Koneser" all’interno del quale troviamo il Museo della Vodka.

Nel quartiere di Praga è situato anche lo Stadio Nazionale.

Interno del Museo dei Neon

7. La Vistola

In primavera il fiume Vistola diventa il punto di riferimento per tutti quelli che sono alla ricerca del relax, del divertimento e di una conoscenza inusuale della capitale polacca. Il lungofiume, moderno e ristrutturato dal lato del centro storico, è ricco di bar, club e punti ristorazione, mentre l’atro lato è rimasto “al naturale”, con le sue 7 spiagge urbane e tratti boschivi. Nei mesi estivi e primaverili sono attivi tram acquatici che uniscono le due rive della Vistola. Vicino al fiume si trova il Parco Multimediale delle Fontane. Ogni anno nel periodo estivo viene inaugurato lo spettacolo di luci e musica che anima le fontane.

Gruppo di persone che si divertono durante una serata estiva lungo il fiume Vistola



ŁÓDŹ

La città, situata esattamente nel centro della Polonia, è raggiungibile da Varsavia in meno di due ore di viaggio in macchina o col treno. Łódź era in passato il centro dell’industria tessile, oggi invece la città è il centro delle arti plastiche e cinematografiche, famosa soprattutto per la scuola di cinema. Orgogliosa del suo passato industriale, Łódź rivitalizza molti spazi che a suo tempo erano fiorenti fabbriche in mattone. È una città piena di contrasti e di energia creativa e che accoglie viaggiatori che amano scoprire realtà nuove. Eclettica, intrigante e sorprendente, Łódź è sempre rivolta al futuro e al miglioramento. Infatti, il suo impegno è stato riconosciuto dalla prestigiosa rivista National Geographic Traveler che le ha assegnato il titolo di una delle 25 mete Best of the World 2022 nella categoria “Sviluppo sostenibile”.

Cosa vedere a Łódź? Ecco la nostra TOP 7!

1. Manufaktura

La Manufaktura di Łódź è il più grande centro commerciale, culturale e di intrattenimento della Polonia e si distingue come uno dei più grandi centri di questo tipo in Europa, situato nei fabbricati che, in passato, costituivano parte dell’impero industriale di Izrael Kalmanowicz Poznański. È uno dei posti più popolari sia tra i cittadini di Łódź che tra i turisti.

Qui ha la sede il nuovo Museo d’Arte contemporanea (MS2), che presenta importanti collezioni del XX e XXI secolo.

Centro Commerciale Manufaktura

2. Off Piotrkowska

Gli amanti dei locali dall’atmosfera particolare e della moda urbana non potranno rinunciare a una visita del complesso Off Piotrkowska, un ottimo posto di intrattenimento. La struttura oltre ad essere il cuore della vita notturna è anche un ottimo punto di partenza per scoprire l’universo dei murales di Łódź che ormai sono diventati una parte integrante del paesaggio di questa città e la loro fama è giunta in tutta la Polonia e nel mondo.

Off Piotrkowska di sera

3. Łódź, la Hollywood polacca

Łódź è famosa per la sua scuola cinematografica e teatrale in cui hanno studiato cineasti di fama internazionale come Roman Polański, Andrzej Wajda e Krzysztof Kieślowski. La tradizione cinematografica di Łódź è ben rappresentata nei musei di Cinematografia e di Animazione. Inoltre in via Piotrkowska è stato tracciato il Viale delle Celebrità: su di esso vi sono le stelle con i nomi delle personalità più amate e famose del cinema polacco.

Viale delle Celebrita a Lodz

4. Księży Młyn

Il complesso urbano Księży Młyn è il più grande complesso storico industriale di Łódź, costruito nella seconda metà del XIX secolo. È stato creato da Karol Wilhelm Scheibler. Oggi il vasto quartiere di ex fabbriche ed abitazioni operaie attrae per il suo fascino particolare artisti, registi, fotografi e turisti.

Ksiezy Mlyn a Lodz

5. EC1

È un grande centro di cultura e scienza, dove dal 2016 è attivo il Planetario più moderno della Polonia con 18 m di cupola e uno schermo di 14 m in 8K.

Interno di EC1 a Lodz

6. Il Museo del Tessuto 

Il Museo del Tessuto possiede una delle più ricche collezioni di tessuti artistici contemporanei al mondo. Dal 1972 organizza la prestigiosa manifestazione Triennale Internazionale dell'Arazzo, la più grande e antica manifestazione di questo tipo. Il museo multimediale offre ai visitatori il contatto virtuale con gli oggetti selezionati e la possibilità di conoscere la storia dell'industria tessile, della Fabbrica Bianca e della famiglia Geyer, che nasconde molti segreti. Vengono presentati i tipi di tessuti e trame, nonché i costumi indossati nel XIX e XX secolo.

Museo del Tessuto Lodz

7. Foresta Łagiewnicki

Nonostante il suo carattere postindustriale, i parchi costituiscono un elemento molto importante del paesaggio di Łódź. La città offre tanti spazi verdi ben attrezzati (campi da gioco per i bambini, palestre all’aperto, campi da calcio o basket, le piste ciclabili). Łódź è una città molto verde grazie ad uno dei più grandi complessi forestali entro i confini della città in Europa: la foresta Łagiewnicki. Un luogo ideale dove trascorrere il tempo libero: in bicicletta, facendo jogging o semplicemente passeggiando. 


Scopri altre nostre proposte fly&drive in Polonia!

Vista serale su Danzica dal fiume MotlawaCastello di Wawel a Cracovia, di notteVista serale sul centro storico di BreslaviaPiazza del Mercato di Poznan, palazzine colorate e il municipioKatowice di notte, un concerto

Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter