Warsaw 6.1 ºC
1 EUR = 4.55 PLN
Contattaci
Atmosfere natalizie a Cracovia, le date del 2019

Luci scintillanti, atmosfere natalizie, tradizioni, storia e sapori. A Cracovia il Natale ha una marcia in più: non mancherà il tradizionale mercatino, in partenza il 29 novembre, inserito nel contesto della magnifica Piazza del Mercato, ci saranno eventi, concerti e il tradizionale concorso dei presepi il 5 dicembre. Ma i motivi per visitare Cracovia d’inverno sono molti di più!

Cracovia e la sua regione, la Malopolska, sono meritatamente considerate una delle migliori mete del turismo in Polonia. Numerosi i luoghi iscritti come patrimonio UNESCO, sorprendenti i tesori nascosti sottoterra (le Miniere di Sale di Wieliczka e Bochnia, ma anche il Museo Sotterraneo della Piazza del Mercato) e nei piccoli paesi della regione, custodi delle tradizioni, di opere architettoniche rare e di ottimi prodotti regionali. Ispiratevi nel nostro articolo che svela i 10 motivi per visitare Cracovia e la sua regione, nonché nell'articolo in cui vi parliamo dei migliori prodotti regionali DOP.

Il Mercatino di Natale in Piazza del Mercato

Tanti espositori, alberi profumati, calde luci soffuse, profumi di Natale: i mercatini di Natale di Cracovia, inseriti nel contesto della bellissima e imponente Piazza del Mercato, con il rinascimentale Mercato dei Tessuti (Sukiennice) alle spalle, hanno un’atmosfera unica e sono tra i più visitati in Polonia. Nel 2019 si svolgeranno dal 29 novembre al 26 dicembre, dalle 10.00 alle 20.00.

Cracovia e la sua Piazza del Mercato sono un luogo tradizionale di scambi commerciali sin dal Medioevo: le prime notizie dei mercatini organizzati in questa piazza risalgono alle cronache del 1310! I mercatini di Natale sono fra le ricorrenze annuali più amate sia dagli abitanti che dai turisti, perché grazie alla presenza di graziose casette di legno, nelle quali vengono organizzati gli stand, alle luci che conferiscono un’atmosfera unica e al profumo di dolciumi, di vin brûlé e di pietanze tradizionali, la piazza medievale più grande d’Europa diventa un luogo accogliente e magico.

L’offerta degli espositori spazierà tra artigianato, creazioni in legno e pellame, gioielli in ambra o fatti a mano, decorazioni natalizie, beni alimentari della tradizione locale, candele profumate, dolciumi e gioielli. Da assaggiare le famose zuppe polacche, preparate secondo le migliori ricette antiche, i deliziosi pierogi e il formaggio affumicato DOP oscypek, scaldato sul barbecue e servito con marmellata di ossicocco.

Szopki.jpg

Il Concorso dei presepi, 5 dicembre

Come ogni anno, durante l’Avvento i mercatini di Natale saranno accompagnati da vari eventi: il 5 dicembre alle ore 10:00 in Piazza del Mercato sotto al monumento di Adam Mickiewicz si svolgerà il tradizionale concorso dei presepi cracoviani (dal 2018 Patrimonio UNESCO) che vengono costruiti artigianalmente utilizzando legno e carta stagnola e sono caratterizzati dalle miniature dei monumenti storici della città di Cracovia e dei personaggi di Betlemme. Per tutto il periodo di apertura dei mercatini di Natale, non mancheranno concerti di canti natalizi e di gruppi folkloristici. 

Passeggiate invernali

Essendo in centro storico, non soffermatevi però solo ai mercatini, andate a scoprire i tesori di questa antica città polacca. Tra i monumenti più famosi, la Basilica di Santa Maria e il Mercato dei Tessuti (Sukiennice), dove poter acquistare souvenir originali dal vostro viaggio. Non perdetevi la vista spettacolare su tutte le parti della città dalla torre più alta della Basilica, da dove un trombettista suona la melodia più riconoscibile della Polonia: il hejnal, l'antico richiamo che fino a oggi viene ricordato ogni ora con la sua melodia interrotta, in memoria del trombettista che è stato trafitto da una freccia durante il suo tentativo di salvare i suoi concittadini, avvisandoli su un imminente attacco di Tatari. Salire sulla torre è un po' impegnativo, ma la vista vale veramente la pena, e se ci salite nell'ora giusta potete vedere il trombettista al lavoro da vicino!

A Cracovia ci sono tanti musei e gallerie d’arte, tra cui molto interesse suscita il quadro “La dama con l’ermellino” di Leonardo Da Vinci, proprietà del governo polacco, attualmente ospitato dal Museo Nazionale di Cracovia

Oltre a musei più tradizionali, Cracovia ha anche un lato moderno: chi desidera vedere delle mostre d’arte contemporanea, il posto migliore è il Museo dell’Arte Contemporanea MOCAK (via Lipowa 4, ubicato negli edifici della ex fabbrica di Schindler, nel quartiere Zablocie, vicino l’ex ghetto di Podgorze.

Accanto al MOCAK possiamo scoprire invece la storia della Fabbrica di Schindler, resa immortale da Spielberg, con la mostra interattiva che ci guida in questo capitolo doloroso della storia. Mentre davanti, sempre sulla stessa strada, troviamo un posto particolare: lo storico laboratorio e fabbrica di vetro (via Lipowa 3), dove poter ammirare mostre di produzioni in vetro elaborate, artistiche e di design e assistere a delle dimostrazioni del processo di formazione del vetro artistico. Info su: http://www.lipowa3.pl/en

Kremowka-min.jpg

Per scaldarsi e assaggiare i sapori di Cracovia

Cracovia preserva un’atmosfera mitteleuropea e un po’ slow, tipica delle antiche città universitarie e bohémienne. Infatti, non vi ci vorrà molto per scoprire che la vita degli abitanti scorre con un ritmo non particolarmente veloce, e che nella vita quotidiana un ruolo e un posto particolare hanno i numerosissimi caffè caratteristici e localini tipici, dove sia i turisti che gli abitanti di Cracovia spendono molto del loro tempo a chiacchierare, socializzare, lavorare o semplicemente rilassarsi in qualsiasi ora della giornata.

Nel 2019 Cracovia è Capitale Europea della Cultura Gastronomica, quindi non potete perdervi uno dei ristoranti più rinomati per le audaci interpretazioni della cucina polacca, con un particolare riguardo alla tradizione, come “Biala Roza”, “Miod i Malina”, “Miodova”, “Klimaty Poludnia”.

Se vi spingete nel quartiere ebraico di Kazimierz, sito molto vicino al centro storico, e nella zona dell’ex ghetto Podgorze (collegato con Kazimierz attraverso un ponte pedonale, chiamato Kladka Bernatka), scoprirete la Cracovia giovane, artistica, vivace e un po’ underground, fatta di bar, ristorantini, bistrò, locali notturni, jazz bar, caffè stilizzati o che comunque preservano la storica anima del quartiere, come “Alchemia” o “Singer”, allestiti in antichi appartamenti. Se il clima si fa rigido, non c’è niente di meglio che fermarsi e degustare una tazza di tè, cioccolata calda o le specialità del posto: il vino caldo, bianco o rosso, servito con spezie e miele, o…la birra calda. E se siete a Kazimierz, non fatevi mancare la zapiekanka in piazza Plac Nowy, la “regina” dello street food polacco: una baguette calda e croccante condita con funghi, formaggio filante e tanti extra a richiesta. Fate un salto anche nell’angolo dei food truck in via Sw. Wawrzynca, dove viene servita la “maczanka krakowska”: un succoso capocollo, marinato secondo un’antica ricetta cracoviana per 48 ore e cotto a lungo, incartato poi a mo’ di hamburger con varie aggiunte gustose da leccarsi i baffi.

Cracovia ha però anche delle ottime tradizioni pasticcere! Per un dolce spuntino e per assaggiare una delle migliori pasticcerie locali, fate un salto alla cioccolateria di Wedel in Piazza del Mercato (Rynek Glowny 46) o nello storico locale di “Slodki Wentzl”, famoso per le torte elaborate e gustosissime.

Ovunque vi doveste trovare, non potete partire da Cracovia senza aver assaggiato la kremowka (in foto), nota come il dolce preferito di Giovanni Paolo II, una specialità di questa regione!

Scopri altri mercatini di Natale in Polonia in QUESTO ARTICOLO!

PIANIFICA L’ ITINERARIO

Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter