Warsaw 6.1 ºC
1 EUR = 4.55 PLN
Contattaci

16xjez._Wigry_-_podlaskie-min.jpg

La Podlachia (Podlaskie) è una regione situata nella parte nord-orientale della Polonia. È una regione molto particolare che si distingue notevolmente dalle altre 15 regioni polacche. I fattori geografici e quelli storici l’hanno resa un territorio multietnico e multiculturale, ricco di tradizioni e riti di diverso tipo. Per centinaia di anni ci hanno convissuto polacchi, bielorussi, ucraini, russi, lituani, tartari ed ebrei. Questo mosaico nazionale fu il motivo per cui venne creata la lingua esperanto che dobbiamo a Ludwik Zamenhof (1859-1917) proveniente proprio da questa regione.

INIZIATE DAL CAPOLUOGO

Vi consigliamo di iniziare a scoprire la bellezza e l’originalità della regione Podlaskie dal suo capoluogo, Białystok. È una città relativamente giovane, che conta poco più di 250 anni, quindi non vi troverete cattedrali o monumenti antichi, ma le sue viuzze immerse nel verde e la moltitudine di chiese situate molto vicino una all’altra vi permetteranno di avvertire la particolare atmosfera del posto in cui la tradizione s’intreccia con la modernità. Fate visita soprattutto nella chiesa dell’Assunzione di Maria e nella chiesa ortodossa di Santo Spirito, la più grande chiesa ortodossa in Polonia. Agli appassionati dei monumenti storici consigliamo di visitare il settecentesco Palazzo Branicki che oggi ospita la sede dell’Accademia Medica. Interessante anche il Museo della Storia della Medicina e Farmacia che vi porterà negli ambulatori medici della fine del XIX e l’inizio del XX secolo. In ogni stagione dell’anno vi aspetta anche il più grande parco della città, Planty.

16xPodlaskie.jpg

Se vi piace il “turismo culturale” e vi piace partecipare agli eventi del posto, non perdetevi Podlasie Ottava delle Culture (Podlaska Oktawa Kultur) o la Fiera di San Giovanni (Jarmark na Jana, 24 giugno), durante i quali conoscerete la cultura popolare della regione. Da visitare anche l’Opera e la Filarmonica Podlaska – Centro Europeo della Cultura e dell’Arte (Opera i Filharmonia Podlaska- Europejskie Centrum Kultury i Sztuki) il più moderno centro di vita culturale di questa parte d’Europa.

Stanchi e affamati dopo una lunga giornata piena di emozioni, potrete rifocillarvi in uno dei numerosi alberghi e ristoranti che servono la cucina regionale, anch’essa segnata dalle influenze multiculturali.

VICINO ALLA NATURA

Podlaskie è una regione assolutamente unica sia in Polonia sia in Europa dal punto di vista naturale. Abbiamo qui ben quattro Parchi Nazionali e tre Parchi Paesaggistici che proteggono foreste primarie, paesaggi naturali, valli dei fiumi, laghi e numerose rare specie di piante e di animali. Sono luoghi perfetti per riprendere le forze e risposarsi dalla quotidianità. La foresta e il Parco Nazionale di Białowieża costituiscono il regno indiscusso del bisonte europeo. Nella parte integrale della riserva potrete ammirare i frammenti della foresta primaria ma anche i segni del passato reale e zarista.

Non perdetevi i cibi regionali! Assaggiate per esempio il dolce “marcinka”. Quello più buono viene preparato a Hajnówka, una località molto pittoresca sul bordo della foresta, conosciuta soprattutto per il festival della musica ortodossa che si svolge nella chiesa ortodossa della Santissima Trinità. In questa zona troverete anche altri prodotti tipici, come il miele (lipiec białowieski), il formaggio “dello zar” (ser carski), o hajnowski klinek, una specie di formaggio fresco.

Il secondo Parco Nazionale più importante della regione e quello del fiume Biebrza. Lo abitano diverse specie di animali, per esempio alci, castori e oltre 200 specie di uccelli. Il Parco è da esplorare a piedi, in bicicletta, in canoa o sulla zattera. Agli appassionati di obietti militari consigliamo di visitare la fortezza di Osowiec: una roccaforte ottocentesca che non venne mai conquistata.

16xRozlewiska_Biebrzy_fot._Jerzy_Trojanowski-min.jpg

Parco Nazionale di Biebrza, fot. Jerzy Trojanowski

Spostandoci alcuni chilometri a ovest da Białystok ci troveremo nell’Amazzonia polacca: il Parco Nazionale del fiume Narew. Una delle maggiori attrazioni del Parco è la discesa del fiume a bordo di una barchetta tradizionale. Durante l’ultimo weekend d’agosto qui viene organizzato il festival del miele (Podlaska Biesiada Miodowa) durante il quale è possibile assaggiare e acquistare i migliori mieli genuini di queste terre.

16xNarwianski_Park_Narodowy_-_podlaskie-min.jpg

Il quarto Parco Nazionale della regione è il Parco Nazionale del lago Wigry, il più grande lago della zona. Oltre allo stesso lago Wigry sul territorio del Parco troviamo altri 40 laghi più piccoli. Sulle sponde del Wigry sorgono dei piccoli ristorantini dove è d’obbligo assaggiare l’ottimo pesce locale.

VENTO E ACQUA

Una delle principali attrazioni della regione di Podlachia è il canale di Augustów (Kanał Augustowski), costruito nel XIX secolo all’odierno confine tra la Polonia e la Bielorussia per necessità di scambio commerciale, o più precisamente, per evitare il tributo doganale imposto dalla Prussia. Unisce i fiumi Vistola e Nemunas ed è un capolavoro dell’ingegneria militare polacca. Alla sua costruzione parteciparono oltre 5 mila persone. Il canale, lungo 102 km, è navigabile e lo si può percorrere per esempio in canoa o a bordo di un catamarano.

16xSluza_Paniewo_-_fot._Jadwiga_Koniecko-min.jpg

fot. Jadwiga Koniecko

Anche la stessa città di Augustów merita una visita. Situata in mezzo ai boschi e fiumi viene considerata la capitale regionale degli sport acquatici e un importante centro termale.

PILASTRO DELLA TRADIZIONE

Come abbiamo accennato all’inizio, la regione Podlaskie è famosa per il suo inestimabile valore naturalistico e per l’aspetto multiculturale e plurireligioso. Nello sperduto villaggio Kruszyniany, al confine con la Bielorussia, vive una piccola comunità tartara che mantiene vive le proprie tradizioni, religione, cucina. Vi troviamo anche una moschea in legno risalente al XVIII secolo. Per conoscere meglio le tradizioni di questo popolo è possibile partecipare al Festival della Cultura Tartara che quest’anno si svolge dal 29 al 30 luglio a Wasilków oppure visitare il ristorante tipico Tatarska Jurta a Kruszyniany.

Il mosaico culturale della regione traspare anche dal Percorso Culturale “Legno e Sacrum” che comprende vari esempi della particolare architettura lignea della zona: case, cappelle e chiese di diverse confessioni, soprattutto di quella ortodossa. Alcune di queste perle architettoniche risalgono sino al XVI secolo. Ma il percorso non è costituito soltanto dagli edifici: seguendo le orme delle diverse culture che hanno lasciato il proprio segno su questo territorio, incontreremo anche artigiani, artisti, musicisti e scultori che animano e arricchiscono culturalmente la zona.

Su questo sito (purtroppo solo in polacco) troverete la mappa del percorso: http://www.drzewoisacrum.eu/pl/trasa. Vi consigliamo di iniziare il vostro viaggio nella località Szczyty – Dzięciołowo dove troverete informazioni sul concetto e l’itinerario di “Legno e Sacrum”.

La regione Podlaskie, come avete avuto modo di vedere, è un territorio che offre molto, ma ancora non abbiamo menzionato la sua ricchezza più importante: l’ospitalità e la cordialità dei suoi abitanti. Insieme ai panorami mozzafiato, ai tesori architettonici, alla varietà culturale e all’ottima cucina tradizionale essa vi farà passare una vacanza indimenticabile. Podlaskie vi aspetta!

PIANIFICA L’ ITINERARIO

Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter