Warsaw 6.1 ºC
1 EUR = 4.55 PLN
Contattaci

16xChełmno-min.jpg

Sulla foto: Chelmno

Bydgoszcz, Toruń, Włocławek, Ciechocinek, ma soprattutto i piccoli luoghi incantevoli: la Cuiavia-Pomerania (Kujawsko-Pomorskie) è una regione da scoprire assaporando, esplorando in bicicletta o sull’acqua, curiosando e unendo i nostri percorsi in delle costellazioni sorprendenti. Ci si può divertire durante i vari eventi organizzati nelle città oppure scegliere di passare la propria vacanza in campagna, godendosi la pace e la tranquillità.

Una costellazione di luoghi positivi

La Cuiavia-Pomerania è una terra che sfugge alle definizioni, che incuriosisce e sorprende. Vi troviamo delle città con forte identità e desiderio di indipendenza, dei luoghi influenzati dall’incontro tra diverse culture e che rispettano la propria identità storica; ad ogni passo questa regione ci rivela un suo aspetto diverso, perciò qui non ci si annoia mai.

Il suo panorama è pieno di fiumi serpeggianti, foreste selvatiche, sentieri sabbiosi, villaggi preistorici, grezze mura gotiche e torri che custodiscono antichi segreti. Le città della regione, ricche di storia e cultura e consapevoli dei propri valori, con slancio creano il proprio presente e con coraggio progettano il futuro. Sebbene abbiano imparato a gestire bene i propri affari e ad avere fiducia nell’artigianato e nella tecnologia, non scordano il proprio patrimonio scritto nelle stelle secoli fa.

Scopri gli angoli della regione Cuiavia-Pomerania, disegnando la tua propria costellazione di viaggio! Potrebbe essere misteriosa come Pałuki, avventurosa come la Foresta Tucholska (Bory Tucholskie), affascinante come la Valle della Bassa Vistola (Dolina Dolnej Wisły), inesplorata come Bydgoszcz, in stile slow come la terra dei laghi di Brodnica (Pojezierze Brodnickie), cavalleresca come Grudziądz, piena di buona energia come le terme, dolce come Kociewie, oppure “stellare” come Toruń, la città di Copernico.

Collega i posti che preferisci in percorsi a tuo piacere, segui i sentieri ignoti e passo dopo passo scopri la Cuiavia Pomerania, una vera costellazione di luoghi positivi.

Accoglienti città

Toruń 

I famosi “pierniki”, biscotti di pan di zenzero, non sono solo un aromatico dolciume. È uno dei simboli dell’antica città anseatica e un importante componente della sua storia. Scoprirai la sua importanza nel Museo a loro dedicato (Muzeum Toruńskiego Piernika). La ricetta di questa prelibatezza locale è addirittura più segreta delle scoperte fatte dal grande astronomo nato proprio a Toruń, Niccolò Copernico.

La Città medievale di Toruń (che comprende la Città Vecchia, la Città Nuova e il Castello teutonico) è annoverata nel patrimonio dell’umanità dell'UNESCO. Nel Planetario di Toruń è possibile esplorare i misteri dell’universo mentre all’interno del museo interattivo-centro della scienza “Centrum Nowoczesności Młyn Wiedzy” si può ammirare il più lungo modello del pendolo di Foucault in Polonia. Anche la passeggiata serale lungo il viale Bulwar Filadelfijski in mezzo alle illuminazioni delle mura cittadine sarà un’esperienza indimenticabile.

16xTorun-min.jpg

Torun

 

Bydgoszcz 

All’inizio del Settecento, grazie alla costruzione del Canale di Bydgoszcz, la città divenne un grande porto fluviale e pertanto un punto importante sulla mappa degli itinerari acquatici. La storia del legame acqua-città va scoperto seguendo il percorso TeH2O che unisce il fiume, la gente e l’artigianato in un colorato racconto sul passato.

A Bydgoszcz potete anche conoscere la vita dei comandati sulla Barca “Lemara” o fare una piacevole passeggiata in centro per poi riposarsi in uno dei bar o ristoranti facendo una degustazione delle bevande locali. L’Isola del Mulino (Wyspa Młyńska), circondata dal fiume Młynówka, ricorda le tradizioni molitorie di questo posto nonché i tempi antichi quando vi ergeva la zecca. Al Museo Distrettuale “Leon Wyczółkowski” si possono invece conoscere interessanti particolari sulla vita del villaggio sul fiume Brda.

Uno dei punti più importanti sulla mappa turistica di Bydgoszcz è l’Exploseum (già DAG Fabrik Bromberg), un museo dedicato agli esplosivi, dove durante la seconda guerra mondiale venne prodotta la nitroglicerina.

Bydgoszcz.jpeg

 

Włocławek

Una grande attrazione della città di Włocławek è il suo lungofiume rivitalizzato, con il palcoscenico galleggiante sull’acqua, e la recentemente ristrutturata Piazza del Mercato.

Il Centro Culturale “Browar B” con abilità unisce l’architettura storica con la moderna banchina situata nel punto in cui il fiume Zgłowiączka sfocia nella Vistola.

Il lago Włocławskie, un enorme bacino formato dalla mano umana, è un luogo ideale per praticare gli sport acquatici. Costituisce una “conseguenza” dell’accumulo delle acque del fiume Vistola sulla diga a Włocławek. È lungo 58 km e sembra un naturale lago nastriforme. Una bella esperienza sarà senza dubbio salire sulla potente diga e ammirare proprio da lì sopra il panorama della regina dei fiumi polacchi. Di notte da lontano si vede una croce in vetro e metallo illuminata che commemora la morte di Jerzy Popiełuszko, un presbitero polacco ucciso dai funzionari del ministero dell'interno della Repubblica Popolare di Polonia, oggi venerato come beato dalla Chiesa cattolica.

Nel Museo della Diocesi sono stati raccolti oggetti antichi utilizzati nella liturgia, oggetti di culto e opere d’arte.

La città di Włocławek è famosa anche per i bellissimi, ornamentali prodotti in ceramica che vengono fabbricati dal 1873. E siccome sia la storia, sia la moda amano ripetersi, le decorate stoviglie stanno facendo ritorno sulle nostre tavole.

Il fascino dei luoghi piccoli

La Foresta Tucholska (Bory Tucholskie) e la terra dei laghi di Brodnica (Pojezierze Brodnickie) su due ruote o in kayak

La Foresta Tucholska è il più grande complesso forestale della Polonia del Nord, nonché Riserva della biosfera UNESCO. Il suo panorama unico è costituito dai ruscelli, laghi e boschi maestosi. Due fiumi, Brda e Wda, hanno solcato le valli pittoresche creando degli incantevoli meandri, e le rocce rimaste negli alvei hanno creato dei vari “ostacoli” naturali, formando pittoresche cascate.

Gli itinerari per canoa di Bory Tucholskie sono considerati tra i più belli in Polonia; venivano percorsi anche da Karol Wojtyła. Tanti di questi itinerari possono essere percorsi sia in bicicletta che in canoa. In questa zona vale una visita anche Fojutowo con il suo acquedotto ispirato a quelli dell’antica Roma e la Riserva di antichi alberi di tasso (Rezerwat Cisów Staropolskich) a Wierzchlas; fatevi anche una passeggiata per le incantevoli viuzze di Koronowo e Tuchola.

16x_Bory_Tucholskie-min.jpg

Bory Tucholskie

 

In mezzo ai boschi, laghi e fiumi pittoreschi scopriremo i veri tesori di Pojezierze Brodnickie, la terra dei laghi di Brodnica. Il fiume Drwęca, a tratti dolce, a tratti serpeggiante, rapido e selvaggio, è perfetto per i canoisti e i pescatori, perché le acque pulite e il flusso impetuoso di questo fiume sono abitate da pesci che solitamente si trovano nei torrenti montani.

Il territorio dei parchi paesaggistici di queste parti fa parte della zona chiamata “I Polmoni Verdi della Polonia” (Zielone Płuca Polski), ovvero è tra le parti del paese più pulite e incredibilmente ricche dal punto di vista naturalistico. La Valle Paludosa di Drwęca (Bagienna Dolina Drwęcy), l’habitat degli uccelli delle zone umide, fa parte della Rete Natura 2000.

Nella terra dei laghi di Brodnica ci si riposa in pace e armonia con la natura. Su molti laghi è stato vietato usare motori a combustione. Osservata bene anche il cielo: magari riuscirete a vedere la maestosa aquila di mare.

16xPojezierze_Brodnickie-min.jpg

 Panorami idilliaci, sapori angelici

Nell’accogliente meandro della Vistola troverai il meglio: la tradizione e la finezza dei sapori che arrivano dalla semplicità e dalla natura. Nella Valle della Bassa Vistola (Dolina Dolnej Wisły) niente turba le meraviglie della vita campana. Chrystkowo e Luszkowo con antiche case ricordano la vita e le usanze dei mennoniti. Qui potrai riprendere le forze e gustarti l’avventura e i doni della natura: i frutteti noti per delle antiche specie di alberi, il pane di pasta madre, le marmellate, la carne d’oca e i formaggi locali. Gli intenditori della cucina regionale arrivano numerosissimi al Festival del Sapore (Festiwal Smaku) a Gruczno e alla Festa della Prugna (Święto Śliwki) a Strzelce Dolne.

La terra dei laghi di Brodnica è un territorio di 101 laghi, cibo biologico e piatti tipici tra i quali regna lo storione. Nella zona non mancano attrazioni: ci sono itinerari ciclistici, maneggi, percorsi per canoa sul fiume Drwęca. E nel castello di Golub-Dobrzyń, durante Il Grande Torneo Internazionale Medievale (Wielki Międzynarodowy Turniej Rycerski) da 40 anni si scontrano i cavalieri da tutta l’Europa.

Prenditi cura del tuo corpo

Ciechocinek è un elegante centro termale con una ricca tradizione alle spalle. D’estate viene ricoperto da tappeti di fiori; i bagnanti usufruiscono delle acque curative godendosi anche della musica di vario tipo, dalle ballate gitane ai canti di tenori famosi. Anche le terme di Inowrocław vantano un’atmosfera unica, soprattutto grazie ai Giardini Papali (Ogrody Papieskie) e alla “tężnia”, la torre di gradazione salina con la sua tipica costruzione in legno che serve ad aumentare la concentrazione del sale nelle acque termali.    

Ciechocinek_teznie_TP_4614_20100319.jpg

 

 

Le "tężnie" di Ciechocinek

Pałuki, dagli abissi della storia

Salendo a bordo del treno a scartamento ridotto a Żnin diventiamo passeggeri di una vera e propria macchina del tempo. Qui, a Pałuki, si trova l’insediamento antico più famoso in Europa, fondato a cavallo tra l’età di ferro e quella di bronzo.

Il Museo Archeologico a Biskupin ospita diversi laboratori e picnic. E visitando Inowrocław, Kruszwica e Strzelno, situate lungo il Percorso dei Piast, la prima dinastia dei re polacchi (Szlak Piastowski), si ha la possibilità di conoscere la storia dei primi secoli della storia del nostro Paese.

16xBiskupin-min.jpg

Biskupin

 

Roccaforti sulla Vistola

Molte delle odierne città nella regione di Cuiavia-Pomerania secoli fa fungevano da roccaforti, e le tracce del loro carattere difensivo sono identificabili anche oggi. La gotica Chełmno, circondata dalle mura lunghe più di un chilometro, gode di un meraviglioso panorama. Entrando dalla Porta di Grudziądz (Brama Grudziądzka) ci si può trasferire nel tempo e approfondire la storia del vecchio insediamento, passeggiando tra le antiche viuzze con calma.

Speriamo che visitando la Cuiavia-Pomerania proverai sulla tua stessa pelle la buona energia che la gente del posto ricava dalle risorse della propria terra nonché dalla stimolante potenza delle lontane stelle e pianeti, che, come nessun’altro, gli abitanti di questa regione tengono sempre sott’occhio. 

PIANIFICA L’ ITINERARIO

Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter