Warsaw 18.9 ºC
1 EUR = 4.67 PLN
Contattaci
Poznan

Poznań, da culla dei primi re a snodo cruciale del commercio internazionale. Un centro vitale di cultura e business.

Poznań, un po’ come Varsavia, è il traino della Polonia che sempre più si integra nel mondo globalizzato, difendendo comunque la sua specificità. Anche in virtù della posizione geografica che ricopre, la città ospita le sedi polacche delle più grandi multinazionali e si trova al centro di un vero e proprio traffico di persone, merci e idee che si riflette sull’immagine dinamica che la città di sé.

  • La città del futuro: infrastrutture e  grattacieli.

Proprio per il suo ruolo di snodo commerciale, Poznań può vantarsi di essere uno dei punti meglio collegati di tutta la Polonia: collegata dall’autostrada A2, una delle più importanti arterie stradali del Paese che arriverà, alla sua conclusione, dal confine orientale a quello occidentale, difatti completando l’integrazione nel sistema autostradale europeo. Ma non è solo l’efficientissima autostrada a mostrare il ruolo di Poznań nel sistema economico e finanziario, infatti ancora di più lo testimoniano gli avveniristici grattacieli come l’Andersia Tower (che ospita, oltre a vari uffici, anche un hotel di lusso) e il Poznań Financial Center che dettano la linea allo skyline della città.

Fuori dal centro vero e proprio, ma facilmente raggiungibile, si trova un altro esempio di architettura contemporanea, vale a dire lo Stadio cittadino che ha assunto il suo aspetto attuale dopo la ristrutturazione programmata in vista degli Europei del 2012 e che ha ospitato, durante la competizione, due dei match della nazionale italiana. Assieme allo stadio nazionale di Varsavia è uno degli impianti sportivi più all’avanguardia del Paese.

  • La città del passato: la piazza del mercato, il castello, i musei.

Poznań ha molto da offrire agli amanti della storia e dell’arte. La città sorge infatti sull’antica roccaforte edificata dai Piast, la dinastia che nel medioevo diede alla Polonia il suo primo re. Si ipotizza inoltre che proprio a Poznań , tramite il battesimo del re medesimo, ebbe inizio il processo di cristianizzazione della Polonia nell’anno 966.

Le vestigia medievali sono conservate dalla Cattedrale costruita nel X secolo su base romanica ma convertita nel tempo allo stile gotico; al suo interno c’è anche un ricco mausoleo dal gusto bizantineggiante che ricorda i primi re polacchi Mieszko I e Boleslao I il prode. Nelle vicinanze della cattedrale ci sono la tradizionale piazza del mercato progettata da un architetto svizzero di scuola italiana, Giovanni Battista di Quadro, e il Museo nazionale che ospita ricche collezioni di arte medievale ma soprattutto alcune opere dei maggiori pittori polacchi tra cui Jan Matejko.

Per scoprire l’atmosfera di Poznań al tempo della dominazione prussiana si possono visitare: l’antica Birreria Hugger che oggi ospita un centro polifunzionale con numerosi negozi e spazi espositivi ma conserva il suo fascino antico visto che pure la parte più nuova della struttura è stata costruita con mattoni originali del XIX secolo; La Chiesa Parrocchiale, santuario barocco fondato dai gesuiti, ma arricchito dagli splendidi organi di un maestro prussiano; La Scuola Gesuita, trasformata durante le spartizioni in un ginnasio.

  • La città del presente: eventi, musica, arte, e cinema

Poznań ha una vitalità culturale non comune, per via della sua posizione commerciale oltre che per le sue università che attraggono studenti da tutta la Polonia e anche dal resto d’Europa. Inoltre ospita numerosi eventi come il Festival del Cinema e della Musica Transatlantyk –che si tiene in agosto-  che, oltre a proiettare numerosi film, propone laboratori di regia o di composizione di colonne sonore e altre attrattive.

Un altro evento di particolare fama e intensità è il festival Malta che durante quasi tutto il mese di giugno coordina una incredibile serie di eventi artistici e soprattutto teatrali, questi ultimi non di rado si svolgono per le strade e le piazze della città, non solo nei teatri.

Molto altro ancora si tiene a Poznań  durante l’anno, ma è soprattutto la vita culturale indipendente –quella che si svolge nei piccoli caffè, nei club o nei locali frequentati dagli universitari- che riserva la scena più curiosa e che non richiede particolare programmazione. Basta entrare, ordinare da bere e godersi l’atmosfera.

Poznan in italiano

Poznan3_540_360.jpg

Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter