Warsaw 23.9 ºC
1 EUR = 4.75 PLN
Contattaci
Antichi aerei militari in un giardino

 L'itinerario del fronte orientale della I Guerra Mondiale è stato pensato come omaggio agli avvenimenti importanti accaduti durante la Grande Guerra, e come preparazione per il centenario dallo scoppio della guerra nel 1914. Sul territorio della Regione Małopolska, in particolar modo nei pressi di Gorlice e Tarnów, troveremo dei cimiteri nascosti nei boschi. Essi sono luogo di riposo dei militari di varie nazionalità: polacchi, austriaci, tedeschi, russi, ungheresi, bosniaci, cechi, slovacchi, italiani. Queste necropoli testimoniano una delle più grandi battaglie del fronte orientale, quella che fu una svolta sul fronte austro-russo: la battaglia chiamata “operazione Gorlice”. I cimiteri sono molto spesso opere di artisti, scultori e architetti, tra i quali si distinguono: lo slovacco Dušan Jurkovič, il polacco Jan Szczepkowski e il tedesco Hans Mayr. Nella Regione Małopolska, oltre ai cimiteri, sono inclusi nell'itinerario: il Museo dell'Aviazione Polacca a Cracovia, le fortezze di Cracovia, e i posti legati a Józef Piłsudski.

Posti inclusi nell'Itinerario del fronte orientale della I Guerra Mondiale nella Regione Małopolska:

  1. Tarnów: la prima città indipendente; la Tomba del Milite Ignoto; la guarnigione austriaca; la guarnigione russa; la caserma; l'ospedale militare; l'itinerario dei cimiteri della I Guerra Mondiale.
  2. Zakliczyn: il cimitero militare nr 293.
  3. Lubinka - Dąbrówka Szczepanowska: tre cimiteri militari (nr 191, 192, 193).
  4. Łowczówek: il cimitero militare nr 171.
  5. Bogoniowice: cimitero militare nr 138.
  6. Staszkówka: cimitero militare nr 118.
  7. Łużna – la collina Pustki: i cimiteri militari nr 123 e 122.
  8. Gorlice: il cimitero militare nr 91; il Museo PTTK, via Wąska 7.
  9. Małastów: cimitero militare nr 60.
  10. Nowy Sącz: cimitero comunale, il quartiere militare nr 350; la Quercia della Libertà, piantata nel 1918 come simbolo della libertà.
  11. Marcinkowice: il cimitero militare nr 352; la casa dove risiedeva J. Piłsudski nel 1914.
  12. Limanowa: cimitero nr 368; quartiere militare nel cimitero comunale, nr 366; la casa dove viveva J. Piłsudski a via M.B. Bolesnej.
  13. Il passo di montagna “Przełęcz Rydza-Śmigłego (Chyszówki)” a Chyszówki.
  14. Kamionka Mała: cimitero nr 357.
  15. Muchówka – Leszczyna: cimitero nr 308.
  16. Wieliczka: quartiere militare nr 381 nel cimitero comunale.
  17. Cracovia: l’obelisco sulla collina Wzgórze Kaim; la Fortezza Kraków – Forte Prokocim; la Fortezza Kraków – Forte Kosocice – OST; Fortezza Kraków – Forte Rajsko; il Museo dell’Aviazione a Cracovia; l’Itinerario della Fortezza Kraków – parte meridionale e settentrionale; la Fortezza Kraków – Forte Grębałów; la Fortezza Kraków – Forte Krzesławice; il Museo “Otwarta Twierdza" – Forte nr 44 Tonie; Cracovia, via Oleandry: il posto di partenza del battaglione polacco.
  18. Michałowice-Komora: l’obelisco situato alla confine delle regioni austriaca e russa che sono state create durante le spartizioni della Polonia, per ricordare l’abolizione della confine nel 1914.
  19. Rzeplin: due cimiteri militari.
  20. Skała: il quartiere militare al cimitero comunale; una statua.
  21. Jangrot – Cieplice: cimitero militare .
  22. Krzywopłoty – Bydlin: il posto di un a delle battaglie.
  23. Ogonów: il cimitero militare “Kaliś”.
  24. Miechów: una statua; il quartiere militare nel cimitero comunale.
  25. Książ Wielki: il palazzo; il quartiere militare nel cimitero comunale.
Se vuoi saperne di più iscriviti alla nostra newsletter